Brexit Brexit

Brexit: continuità trasporto aereo UE-UK con o senza accordo

Tempo di lettura 2 minuti

Il 5 settembre scorso il governo britannico, ha raggiunto un accordo con l’Unione Europea per assicurare, successivamente al 31 ottobre, data in cui il Regno Unito dovrebbe lasciare l’UE, le stesse condizioni attuali per i voli rea Uk e EU e viceversa.

l’accordo e reciproco, e sarà valido con o senza accordo, per un periodo transitorio.

Il segretario di Stato per i trasporti Grant Shapps ha reso noto, che il Dipartimento dei trasporti (DfT) estenderà i diritti di traffico aereo del Regno Unito per le compagnie aeree dell’UE fino all’ottobre 2020. L’estensione si basa sugli accordi annunciati nel marzo di quest’anno, che hanno assicurato che i servizi aerei tra il Regno Unito e l’UE potrebbe continuare a funzionare normalmente fino a marzo 2020, indipendentemente dal fatto che sia stato concordato un nuovo accordo sulla Brexit.

Grant Shapps, segretario di Stato, ha dichiarato:

Accogliamo con favore queste proposte della Commissione europea per estendere le disposizioni che consentono ai voli e al trasporto di merci su strada di continuare tra il Regno Unito e l’UE dopo la Brexit.

La connettività è in prima linea nella visione di questo governo per una Gran Bretagna globale e rivolta verso l’esterno e queste estensioni tra Regno Unito e UE assicurano che saranno affari come al solito quando viaggiano e commerciano per il prossimo futuro.

Oltre 160 milioni di passeggeri viaggiano ogni anno in aereo tra il Regno Unito e l’UE. I viaggi aerei sono fondamentali sia per il Regno Unito che per l’UE e pertanto vi è un interesse reciproco nel mantenimento di mercati dell’aviazione ben funzionanti.

L’accesso libero e reciproco al mercato è nel migliore interesse del Regno Unito e dei paesi dell’UE e il governo si sposterà rapidamente per proporre la negoziazione di un accordo a lungo termine su questa base.

Oltre ai servizi di volo, la Commissione europea ha proposto di prorogare il regolamento che garantisce il trasporto di merci su strada e la connettività dei passeggeri su strada tra il Regno Unito e l’UE fino al 31 luglio 2020.

Gli accordi se non verranno rinnovati entro ottobre 2020 non saranno più validi e le compagnie UK verranno considerate a tutti gli effetti compagnia Extra comunitiarie, con tutte le conseguenze e le applicazioni normative del caso, come ad esempio l’impossibilità di operare voli point-to-point all’interno della UE.

 

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi