Airbus

Airbus A321neo “Eccessive pitch”

Tempo di lettura 2 minuti

L’Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA), in accordo con Airbus, ha emesso una circolare per avvertire gli operatori, che hanno in flotta il modello A321Neo di una potenziale anomalia di “pitch eccessivo”.

Come mi è stato comunicato dall’ufficio stampa Airbus, il costruttore sta lavorando in collaborazione con la EASA e i vettori per risolvere il problema, che è giusto sottolineare non pregiudica la sicurezza in volo.

E’ sufficiente infatti in attesa che venga rilasciato, nei prossimi mesi, un aggiornamento del software del NEO, evitare determinate condizioni di volo e specifiche manovre, a questo scopo sono stati aggiornati i manuali di volo e poi diffusi alle compagnie aeree.

Gli Airbus hanno un controllo computerizzato di tutti i parametri di volo, quindi nel caso in cui vi sia (caso davvero raro) un piccolo problema software, solo nel caso in cui il pilota non sia ben addestrato si possono verificare dei problemi di governabilità, comunque superabili, nulla a che vedere, è bene precisare, con i problemi del Boeing B737Max

pitch

Il pitch, ovvero quando il muso dell’aereo punta verso il basso o verso l’altro, che è una cosa normale, ad esempio in fase di decollo, atterraggio o comunque durante tutto il volo quando ci si abbassa o si alza di quota.

Quando si ha un pitch eccessivo, causato in questo caso da uno spostamento di gravità anomalo del velivolo, che si può verificare solo  in particolari condizioni di volo e specifiche manovre o solo in casi eccezionali, un pilota ben addestrato può comunque tranquillamente gestirla, anche se a pieno carico è sicuramente più difficile che con un aereo vuoto.

Tali manovre possono infatti essere fatte anche manualmente, ovviamente senza passeggeri a bordo e con un addestramento adeguato, manovre paragonabili a manovre acrobatiche.

L’A321 può arrivare ad un angolazione alare davvero estrema, ricordo che tali manovre possono essere effettuate solo senza passeggeri a bordo, ad esempio per i test e esibizioni, come quella che ho potuto vedere proprio con il Neo al salone di Parigi.

Il mio contatto media di Airbus mi ha riferito che il problema nello specifico è infatti nello spostamento del centro di gravità che quindi può provocare un eccessivo pitch in determinate  condizioni, e in combinazione con specifiche manovre.

Non è stato notificato alcun problema di servizio durante i voli degli A321neo ed il problema è stato rilevato direttamente da Airbus durante i test di sviluppo in corso.

Non è necessario modificare le procedure operative e di addestramento esistenti.

La correzione definitiva sarà disponibile nel terzo trimestre del 2020

A321Neo e B737Max

Ci tengo a precisare che non è possibile paragonare il problema rilevato sul modello A321 di Airbus con la serie di problemi del Boeing B737 Max, sia perchè sono di diversa natura e impatto, sia perchè la tecnologia e i sistemi di volo dei due produttori sono completamente diversi.

Diversamente da quanto scritto in diversi articoli che ho letto in più di una testata, non è Il Pitch eccessivo, che ha richiesto a Boeing di installare il sistema MCAS, bensì la necessita di contrastare la differenza tra potenza e assetto tra il 737 NG e il Max.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi