Aeroporti di Roma ADR

Evacuato aeroporto di Ciampino

Tempo di lettura < 1 minuto

RIPRESE LE ATTIVITA’

Fumo sprigionato in area in gestione a ditta esterna

Fiumicino 19 febbraio 2019 – Sono riprese le attività all’aeroporto di Ciampino. Al momento funziona regolarmente l’Aviazione Generale e tutta l’area degli arrivi. Resta ancora interdetta solo la zona delle partenze,  in seguito all’odore di fumo proveniente da un’area interrata utilizzata come magazzino e in gestione alla ditta esterna Ecofast. Il principio di incendio è stato spento da Vigili del Fuoco in meno di un minuto.

ADR ha presentato una denuncia alla Procura di Roma

Fiumicino 19 febbraio 2019– ADR ha presentato alla Procura della Repubblica una denuncia contro ignoti per incendio colposo o doloso e per ogni altra fattispecie di reato individuabile, a seguito del principio di incendio che si è verificato stamane all’aeroporto di Ciampino. E’ stato accertato infatti che il locale da dove si è originato il fumo era gestito dalla società esterna Ecofast. Peraltro l’impianto elettrico dell’aeroporto risulta intatto e di conseguenza non può essere stato la causa del principio di incendio, che è stato spento in meno di un minuto grazie ai sistemi di allarme perfettamente funzionanti che hanno permesso l’immediata attivazione dei vigili del fuoco. Il gestore aeroportuale è dunque parte lesa rispetto a quanto accaduto. 

situazione alle ore 8 di questa mattina:

Fiumicino 19 febbraio 2019– A causa della presenza di fumo proveniente da una intercapedine  nell’area interrata sottostante l’area Schengen, il terminal di Ciampino è stato evacuato a scopo precauzionale intorno alle ore 8.00 di stamane.  Non si registra alcun problema per i passeggeri e per le infrastrutture.

Il personale di ADR sta assistendo i passeggeri in attesa che il terminal ritorni alla sua piena attività.

Foto e immagini dallo scalo evacuato:

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi