Neos

L’italiana Neos chiude il 2023 con +33% di ricavi

  • 3 settimane fa
  • 1minuto

Neos continua a dimostrare le sue capacità di crescita e resilienza, ha rivisto il suo modello di business con il 90% dei voli di linea, rispetto al passato, quando la compagnia del gruppo Alpitour cresceva con i charter, chiudendo il 2023 con il +33% di ricavi.

Neos, il vettore del gruppo Alpitour World ha chiuso il 2023 con 2,3 milioni di passeggeri trasportati, 778 milioni di euro di ricavi (+33% sul 2022), un ebitda positivo per 68 milioni (+287%) e un utile netto di 42 milioni (+260%).

Cresce la flotta, crescono i dipendenti saliti a 1.200, di cui 334 presi nel 2023, e la flotta oggi conta 16 aerei, che saranno 19 entro l’anno prossimo. “Il charter vero e proprio, legato alla crocieristica, agli eventi sportivi e musicali, rappresenta ormai il 10% delle nostre operazioni – spiega a il Corriere della Sera Carlo Stradiotti, amministratore delegato di Neos -. Il 90% è costituito dai voli di linea, cosa che per noi ha voluto dire anche cambiare modello di business”. Con che risultati? “Caraibi, Maldive e Africa orientale sono andati bene – commenta Stradiotti . Cresciamo anche in India, grazie alla direttrice Toronto-Amritsar via Malpensa”.