Sukhoi SuperJet

Le sanzioni non fermano l’aviazione russa

  • 2 mesi fa
  • 2minuti

Le sanzioni non sono state in grado di fermare l’aviazione russa, non solo la Russia è stata in grado di far continuare a volare con pezzi di ricambio originali e non, anche di dubbia provenienza, una gran parte degli aerei occidentali, ma almeno 20 Sukhoi Superjet 100 verranno consegnati nel 2024.

Il Sukhoi Superjet 100, è un progetto “fallimentare“, nessun vettore occidentale ne ha ordinati, 4 esemplari hanno volato per quasi due anni con Brussels Airlines ma in wet-lease da Cityjet, il contratto non è stato rinnovato alla scadenza dei 2 anni, la compagnia aerea del gruppo Lufthansa era insoddisfatta dell’aero e lo ha lasciato a terra qualche mese prima della scadenza, per “una serie di problemi di funzionalità e affidabilità“. lo stesso modello in molti esemplari ha continuato a volare con compagnie aeree russe, con un incidente mortale il 5 maggio 2019 a Mosca, in cui sono morte 41 persone.

Era chiaro fin da subito che il SS100 in occidente, non avrebbe mai avuto un suo spazio, ma ora totalmente di fabbricazione russa da United Aircraft Corporation (UAC), con motori e parti europee sostituite con parti russe, come il motore PD-8, è nuovamente pronto per essere testato e consegnato ai clienti russi nel 2024.

Il management di United Aircraft Corporation (UAC) ha confermato che a partire dal 2024 inizieranno le consegne di SS100 100% Made in Russia equipaggiati con motori PD-8.

“Attendiamo il permesso per il primo volo da parte della United Engine Corporation. I motori sono già stati montati sui nostri prototipi di aeroplani. Non appena riceveremo questo permesso, penso che nei restanti giorni dell’anno eseguiremo delle prove a terra. Prevediamo il primo volo all’inizio del prossimo anno”, ha detto l’amministratore delegato di Uac, Yury Slyusar, intervistato dall’emittente televisiva Rossiya-24.

Non solo Sukhoi Superjet 100 Made in Russia.

Secondo il manager, nel 2024 i 20 Sukhoi Superjet 100 non saranno gli unici aerei totalmente di fabbricazione russa per l’aviazione commerciale che saranno consegnati alle compagnie aeree russe, alle compagnie aeree, saranno consegnati anche Yakovlev MS-21 (ex Irkut MC-21), i Tu-214, Ilyushin Il-114.

Entro il 2030 è prevista la consegna di:

  • 210 velivoli Yakovlev MS-21 (ex Irkut MC-21);
  • circa 140 Sukhoi Superjet 100;
  • 115 Tupolev Tu-214;
  • 70 Ilyushin Il-114.