Hotel

SilverDoor: meno viaggi ma più lunghi, prenotazioni anticipate

  • 8 mesi fa
  • 5minuti

L’ultimo aggiornamento trimestrale sul mercato degli alloggi rilasciato oggi da SilverDoor, rivela che il controllo dei costi rimane la massima priorità durante la prenotazione e la gestione degli alloggi e molte aziende stanno adottando una serie di strategie per raggiungere questo obiettivo.

Il principale fornitore mondiale di alloggi serviti per viaggi d’affari ha un’impronta globale con oltre 2.000 partner di appartamenti serviti e il suo ultimo aggiornamento di mercato rivela come le regioni di tutto il mondo stanno affrontando la sfida della gestione dei costi in un contesto più ampio di tassi di interesse in aumento, inflazione e costi energetici , poiché l’aumento dei tempi di percorrenza, i prezzi dinamici, i tempi di prenotazione più lunghi, il minor numero di viaggi e il co-living stanno aprendo la strada a soluzioni per garantire alloggi più convenienti.

EMEA

Per le aziende in tutta l’area EMEA, il costo regna sovrano nell’enigma costo/pendolarismo, con molti disposti a chiedere ai propri viaggiatori di viaggiare più a lungo non solo per ottenere tariffe più convenienti, ma anche per accedere a alloggi di qualità superiore.

Nel Regno Unito, ad esempio, le località di cintura dei pendolari come Reading e Milton Keynes hanno registrato un notevole aumento della domanda da parte di quelle aziende che cercano di accogliere il personale alla portata di Londra, ma anche di risparmiare sulle tariffe basate sulla città estendendo i pendolari. Per molti il punto critico del tempo di percorrenza standard è compreso tra 30 e 45 minuti, ma può essere esteso a un’ora.

Sia le società di trasferimento che le aziende ritengono che le prenotazioni anticipate offrano tariffe più basse e stanno pianificando più avanti per mitigare il rischio di tariffe last minute più elevate.

Questo è in aggiunta alla prenotazione di meno viaggi ma a lungo termine. Poiché molte aziende ora tengono d’occhio anche il loro bilancio del carbonio e i loro costi, l’onere è ridurre il numero di voli prenotati. Di conseguenza, quando i dipendenti viaggiano per lavoro, c’è una crescente tendenza a rimanere più a lungo per ottenere il miglior valore da un volo piuttosto che fare viaggi più brevi e più frequenti.

APAC

All’interno dell’APAC, anche le aziende stanno adottando un approccio a più lungo termine alla pianificazione poiché anche i tempi di consegna hanno registrato un aumento, sebbene non tanto quanto l’EMEA.

I tempi di consegna medi nell’area APAC sono aumentati del 17% da 35 a 41 notti rispetto a marzo-maggio 2022 poiché le aziende lavorano per gestire i costi e pianificare viaggi e budget con maggiore anticipo. In risposta, molti fornitori hanno adottato modelli di prezzo più dinamici per navigare in un mercato popolato da costi in aumento e livelli incerti di domanda e offerta.

Questo, tuttavia, non è privo di rischi in quanto può causare aumenti marcati dei tassi quando l’offerta è bassa o la domanda vede un aumento significativo e può creare condizioni di mercato più turbolente. Detto questo, la domanda nel complesso rimane forte, in particolare per gli appartamenti e gli sviluppi in co-living che stanno registrando una crescita di popolarità grazie al valore che offrono.

AMERICHE

Al di là dell’Atlantico sono stati impiegati anche tempi di consegna più lunghi per gestire i costi. I tempi di consegna per marzo – maggio sono aumentati di oltre un quarto (27%) da 35 a 44 notti, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, al fine di garantire tariffe e alloggi migliori.

Il confronto più notevole è tra i trasferimenti e le prenotazioni di viaggi aziendali. La delocalizzazione dei dipendenti ha registrato una significativa diminuzione del 45%, in gran parte a causa di budget più limitati e rallentamenti delle assunzioni. Al contrario, le prenotazioni TMC sono quasi raddoppiate con un aumento del 96% poiché la domanda dal mercato TMC e le capacità tecnologiche per soddisfare tale domanda sono entrambe avanzate.

Stephen Homsey, Regional Head, Americhe, SilverDoor commenta: “Il costo continua a essere il fattore determinante sia per i manager aziendali che per quelli del trasferimento quando pianificano le loro strategie di alloggio. Ciò è guidato non solo dalle attuali sfide economiche e dal rallentamento delle assunzioni, ma anche dalla crescente influenza e impatto della sostenibilità e degli obiettivi ESG. Tuttavia, mentre c’è l’opportunità di sacrificare la posizione e i brevi tempi di percorrenza per aiutare a gestire questo, lo stesso compromesso non può essere fatto sulla qualità e sugli standard dell’alloggio prenotato e anche questa rimane una priorità assoluta, seconda solo al costo. Le imprese e i dipendenti vogliono avere la certezza di alloggi sicuri con strutture adeguate che soddisfino i loro requisiti politici.

“Vista la necessità di mantenere la qualità e allo stesso tempo di controllare i costi, sia le imprese che gli operatori hanno dovuto adottare strategie più ampie e diversificate nella gestione delle strutture ricettive. A livello globale queste strategie sono state caratterizzate da un approccio a lungo termine alle prenotazioni con lead time in aumento significativo a livello globale. È rassicurante vedere che la domanda è ancora presente, anche se in una nuova veste e con una sempre maggiore attenzione ai costi. Prevediamo che la sensibilità al budget avrà un impatto sul mercato nei prossimi mesi, quindi gli operatori ne hanno bisogno