Aeroporti di Roma ADR

Come sarà il nuovo HUB Lufthansa a Roma Fiumicino?

  • 12 mesi fa
  • 3minuti

L’aeroporto di Roma Fiumicino, gestito da Aeroporti di Roma, a sua volta controllata da Mundys (ex Atlantia), è oggi un aeroporto completamente diverso, rispetto a qualche anno fa, efficiente, funzionale e con un’esperienza aeroportuale al TOP per il passeggero, paragonabile agli aeroporti HUB del Gruppo Lufthansa.

Roma Fiumicino, con l’acquisizione di ITA Airways da Lufthansa entrerà pienamente nel sistema di HUB del Gruppo Lufthansa, ricoprendo un suo ruolo, che sfrutterà al massimo le sue potenzialità, compresa la sua posizione, FCO come porta verso l’Asia, l’Africa ed il Medio Oriente, con un potenziamento delle rotte verso le americhe, non solo quelle Latine.

ITA Airways in Italia, per quanto riguarda i voli domestici, ha una quota di mercato bassa rispetto alle compagnie low-cost, attualmente ad esempio Ryanair ha in Italia più aerei basati di ITA.

Lufthansa non ha alcuna intenzione di entrare in cun confronto diretto con le Low cost, quindi il dominio domestico è evidente che rimarra alle LLC, Lufthansa invece punterà sul federaggio verso Roma ed il lungo raggio.

Gate E13 Aeroporto di Roma Fiumicino

Ad oggi le tariffe per il solo volo VCE-FCO sono inaccettabili, il treno con l’Alta velocità è più conveniente ed tempo totale di viaggio, è del tutto paragonabile, lo stesso volo diventa invece conveniente in una prenotazione per il lungo raggio con scalo a Roma Fiumicino.

Resterà da vedere che ruolo avrà la low cost di Lufthansa Eurowings e a questo punto gli sviluppi che potrà avere la partenrship con Volotea, che in Italia ha una quota di mercato importante ed una penetrazione del marchio superiore a Eurowings.

Spostandoci al Nord, c’è la solita questione Milano Linate, Milano Malpensa; si vocifera che Lufthansa iuna visione fantascientifica, voglia far tornare il lungo raggio a Linate per New York, tecnicamente possibile, ma impossibile per decreto, certo il decreto si può sempre cambiare, ma per tutti, non solo per ITA ed il Gruppo Lufthansa.

Ho più volte fatto notare che la distribuzione delle rotte tra Linate e Malpensa debba essere delegata a SEA, il gestore di entrambi gli aeroporti, in quanto un aeroporto ed una rete di aeroporti non si gestisce, non si gestiscono, in nodo efficace con un decreto, devono esserci però delle regole chiare e ricordiamoci che a Linate può atterrare anche un Boeing B747.

Sarà comunque Roma l’HUB del Gruppo Lufthansa in Italia, a Milano Malpensa forse ci sarà una maggiore presenza di Eurowings, che però anche in quanto a tariffe non è competitiva ne con easyJet, ne con Ryanair, ne con Wizz Air.

Aeroporto di Roma Fiumicino, avancorpo E Terminal 3

Aeroporti di Roma, può essere un forte partner per il Gruppo Lufthansa, ADR e LH condividono obbiettivi di sostenibilità comuni ed ora anche standard si servizio al passeggero.

Le sinergie che si potranno creare sono diverse, con Aeroporti di Roma, sono potenzialmente analoghe a quelle con Fraport AG a Francoforte, o con l’aeroporto di Monaco, i due HUB più importanti del Gruppo Lufthansa.

Una cosa è certa, si parte da basi solide, come l’esperienza consolidata del Gruppo Lufthansa, ma il successo dell’operazione ITA non deve essere data così per scontata, c’è molto lavoro da fare per integrare ITA in modo funzionale alla rete del Gruppo tedesco e SWISS, Austrian e Bussels Airlines non staranno a guardare, anche con i rispettivi governi, ad esempio a BRU c’è già chi sta aòzando la voce: “siamo noi la porta verso l’Africa del gruppo“.