Neste

Primo volo SAF da Budapest per Wizz Air

  • 10 mesi fa
  • 3minuti

Wizz Air ha testato per la prima volta in Ungheria una fornitura commerciale di carburante sostenibile per aviazione (SAF).

Il volo operato con Airbus A321neo, ha volato da Budapest a Parigi.

Wizz Air ha utilizzato una miscela di SAF al 37% prodotto da Neste fornito da MOL Magyarország.

Il SAF di Neste è stato prodotto da rifiuti rinnovabili e materie prime residue, tra cui olio da cucina usato e rifiuti di grassi animali, con la tecnologia proprietaria MY Sustainable Aviation Fuel™ .

L’Airbus A321neo di Wizz Air in partenza da Budapest il 10 maggio 2023, è stato rifornito di 23,5 tonnellate contenente il 37% di SAF puro e il 63% di carburante Jet A1.

Csaba Zsótér, vicepresidente senior di Downstream Fuels del gruppo MOL, ha dichiarato:  “Il nostro obiettivo strategico è dare il via all’economia circolare ungherese e rendere le nostre operazioni a emissioni zero entro il 2050. Stiamo costantemente testando nuove tecnologie e sviluppando i nostri prodotti per rafforzare la sicurezza dell’approvvigionamento della regione con carburanti a basse emissioni di carbonio e accelerare la transizione verde. Finora ci siamo concentrati principalmente sui carburanti per il trasporto su strada. Alla raffineria del Danubio, ad esempio, dal 2021 lavoriamo insieme oli vegetali, oli da cucina usati e grassi animali con componenti fossili per produrre diesel più sostenibile. Ora ci stiamo muovendo in una nuova area, lavorando con i nostri partner per acquisire esperienza nei carburanti per aviazione per rendere l’aviazione più sostenibile. Sono fiducioso che la prima spedizione SAF, che ora viene lanciata come test commerciale, sarà seguita da molte altre”.

Yvonne Moynihan, Corporate and ESG Officer di Wizz Air.

Yvonne Moynihan, Corporate and ESG Officer di Wizz Air, ha dichiarato : “Il test SAF di oggi, che precede i mandati legislativi in ​​arrivo nel 2025, dimostra che la collaborazione del settore è uno dei modi più efficaci per affrontare l’attuale sfida climatica. Mentre Wizz Air è già leader nella sostenibilità con una delle flotte aeree più giovani al mondo e operazioni altamente efficienti, l’iniziativa SAF all’aeroporto di Budapest è una testimonianza della nostra strategia più ampia, con i carburanti alternativi che svolgono un ruolo significativo. Questo segna un ulteriore progresso rispetto al nostro impegno di ridurre la nostra intensità di carbonio del 25% entro il 2030 e dimostra che rimaniamo concentrati sulla tecnologia e sull’innovazione”.

“È un momento lungimirante, altamente innovativo e tanto atteso vedere un aereo rifornito di carburante per aviazione sostenibile qui all’aeroporto internazionale Ferenc Liszt. Centinaia di migliaia di litri di cherosene vengono consumati ogni giorno all’aeroporto di Budapest e ci piacerebbe molto vedere una percentuale crescente di carburante per aviazione sostenibile utilizzato per servire i voli il prima possibile. L’aeroporto di Budapest sta facendo molto per rendere l’aeroporto il più sostenibile possibile e abbiamo ridotto le nostre emissioni dirette derivanti dalle operazioni del 65% in dieci anni. Raggiungere emissioni nette zero è una priorità fondamentale entro il 2035 al più tardi, 15 anni prima rispetto al nostro precedente impegno. Tuttavia, al fine di rendere l’intero settore più sostenibile e ridurre ulteriormente le emissioni del trasporto aereo, l’uso del SAF è vitale. È un momento lungimirante, altamente innovativo e tanto atteso vedere un aereo rifornito di carburante per aviazione sostenibile qui all’aeroporto internazionale Ferenc Liszt”, ha affermato il CEO dell’aeroporto di Budapest, Chris Dinsdale .

Wizz Air ha testato per la prima volta in Ungheria una fornitura commerciale di carburante sostenibile per aviazione (SAF).