Trenitalia

La Francia del TGV incontra il Frecciarossa italiano

Tempo di lettura 2 minuti

Un boom di vendite per il Frecciarossa di Trenitalia in Francia, che è entrato in un mercato da sempre monopolizzato da quello che ancora per poco è il treno ad alta velocità più conosciuto in Europa, l’iconico non solo per i francesi, TGV.

Il TGV per anni è stato il riferimento europeo dell’alta velocità, fino a quando le nostre Ferrovie dello Stato Trenitalia, hanno lanciato il brand Frecciarossa.

Torniamo ancora una volta a parlare di brand e di “brand identity, perchè non sarà solo il servizio di qualità di Trenitalia che negli anni è cresciuta dando valore ai servizi, creando valore per la società e l’azionista di maggioranza, ovvero lo stato italiano, ma sarà anche il brand, ovvero il “Frecciarossa” che comincerà ad essere sempre più conosciuto in Francia, soprattutto a Parigi e Lione, i francesi da sempre molto nazionalisti, grazie all’Europa inizieranno a conoscere ed apprezzare l’Italia non solo per i suoi paesaggi, le sue coste ed il buon cibo, ma per uno dei servizi più efficienti ed avanzati, di Alta Velocità ferroviaria.

Non sarà solo un servizio Parigi Milano, Trenitalia si è inserito nell’asse domestico Lione-Parigi, quindi non ci saranno solo i passeggeri italiani e Francesi che si sposteranno in treno dall’Italia alla Francia e dalla Francia all’Italia, ma dal 18 dicembre 2021 i francesi si spostano in Francia con Trenitalia ed il Frecciarossa, con i nostri treni ad Alta Velocità in competizione con il francese TGV e la Francia sta apprezzando, quasi meravigliata il “treno italiano“.

Molto spesso noi italiani, soprattutto per chi non ha viaggiato e non ha conosciuto e visto in prima persona la realtà vera degli altri paesi europei, non ci rendiamo conto di quanto l’Italia sia molto più avanti o allo stesso livello di altri paesi, siamo sempre pronti a criticare il nostro paese, fintantoché non scopriamo con stupore quale sia la realtà negli altri paesi, l’esempio più emblematico e’ il Regno Unito, con oltre il 60% della sua rete a trazione Diesel.

E’ giusto dirlo, l’Italia non ha la rete più estesa in Europa, anche se una volta terminati i lavori delle tratte in costruzione (ed in progetto), i cui lavori stanno avanzando finalmente con una velocità sostenuti, da Genova a Milano, da Milano a Mestre ( attive le tratte Treviglio-Brescia e Padova-Mestre), nonchè quelle in costruzione della dorsale da napoli a Bari e in fase di progetto Salerno-Reggio Calabria, avremo una rete capillare su tutta la penisola, dobbiamo tener presente inoltre la conformazione della penisola.

Ma è l’infrastuttura nel suo complesso, non solo i binari ed i mezzi, il personale, la tecnologia utilizzata sulla nostra rete a renderla una delle più sicure e moderne in Europa con i più alti standard di sicurezza.

Dal 18 ottobre siamo ancora e dobbiamo essere sempre più fieri ed orgogliosi del nostro paese, grazie a Trenitalia che dopo la Germania, la Spagna ed il Regno Unito, ha fatto il suo ingresso in Francia, con il suo brand di punta, Frecciarossa e come Trenitalia (France), in Spagna con il nuovo brand iryo, in Germania attraverso due controllate: Netinera Deutschland e TX Logistik; Nel Regno Unito con Trenitalia UK e non solo, in questa pagina di Trenitalia l’elenco completo.

Quindi l’Italia avanza a testa alta in Europa, il sistema Italia, se e quando vuole, Trenitalia ne è l’esempio, può diventare protagonista in Europa, la Francia è solo un ulteriore passo avanti verso questa direzione, nei prossimi mesi e anni, ci saranno ancora novità.

Translate