De Havilland Canada

Il Dash 8-400 ad idrogeno con ZeroAvia

  • 2 anni fa
  • 3minuti

De Havilland Canada e ZeroAvia hanno siglato un Memorandum of Understanding (MOU) per sviluppare un programma per motori elettrici a idrogeno per gli aerei Dash 8-400.

ZeroAvia , il principale innovatore nei propulsori per aviazione a emissioni zero ad idrogeno, e De Havilland Aircraft of Canada Limited (“De Havilland Canada”) hanno annunciato di aver stipulato un Memorandum of Understanding (MOU) per sviluppare un programma di adattamento e retrofit per i modelli di aeromobili di De Havilland Canada, utilizzando la propulsione elettrica a idrogeno sia nei velivoli nuovi che in quelli in servizio.

De Havilland Canada ha quindi opzioni per l’acquisto di 50 motori elettrici a idrogeno ZeroAvia. 

Le aziende intendono lavorare insieme a un bollettino di servizio per il certificato di tipo Dash 8-400 che offre il motore elettrico a idrogeno di ZeroAvia come opzione line-fit per i nuovi velivoli, oltre allo sviluppo di un programma di retrofit approvato dagli OEM per gli aeromobili in servizio. 

Questo programma mirerà all’uso del powertrain 2MW+ di ZeroAvia (ZA2000) per gli aerei Dash 8-400

Come parte del programma, ZeroAvia svilupperà un dimostratore di volo, con il supporto di De Havilland Canada, utilizzando un aereo Dash 8-400 per aiutare la certificazione e mostrare il potenziale operativo e commerciale del motore. L’intenzione è quella di identificare una rotta esistente adeguata utilizzando l’aeromobile e puntare all’entrata in servizio entro i prossimi cinque anni. ZeroAvia e De Havilland Canada intendono commercializzare congiuntamente velivoli alimentati da motori elettrici a idrogeno agli operatori con supporto power-by-the-hour (PBH).

A ottobre, ZeroAvia ha annunciato una collaborazione allo sviluppo con Alaska Air Group , la società madre di Alaska Airlines, per un propulsore idrogeno-elettrico in grado di pilotare velivoli regionali da 76 posti per oltre 500 miglia nautiche, a partire dal dispiegamento iniziale in un full-size Aereo Dash 8-400.

ZeroAvia prevede di far volare un aereo da 19 posti utilizzando il suo propulsore ZA600 nelle prossime settimane in una configurazione ibrida (un motore convenzionale, uno elettrico a idrogeno) prima di far volare lo stesso aereo utilizzando solo motori elettrici a idrogeno nel 2022 e ottenere la certificazione entro il 2024.

Nel suo programma ZA2000, ZeroAvia mira ad avere dimostrazioni a terra complete della sua variante di motore da 1,8 MW entro la fine del 2022. Da lì, l’azienda prevede la certificazione del suo propulsore ZA2000 per supportare velivoli da 40-80 posti con una gamma potenziale superiore di 700 miglia nautiche – circa la distanza da Toronto ad Atlanta – entro il 2026, per poi estendersi agli aerei fino a 90 posti entro il 2027.

Val Miftakhov, CEO e fondatore di ZeroAvia, ha dichiarato:De Havilland Canada ha compiuto progressi significativi nella riduzione delle emissioni e ha mostrato un grande impegno per un’aviazione più verde, e il prossimo passo è arrivare a una vera e propria zero emissioni utilizzando motori elettrici a idrogeno. La partnership con De Havilland Canada pone ZeroAvia su un percorso definito per l’adattamento in linea alle nuove cellule e segnala l’interesse degli OEM a passare alla propulsione certificata a emissioni zero il prima possibile”.

Dave Riggs, Chief Transformation Officer, De Havilland Aircraft of Canada, ha dichiarato: “De Havilland Canada crede fortemente nella tecnologia idrogeno-elettrica come soluzione praticabile per la decarbonizzazione dell’aviazione. Siamo estremamente lieti di collaborare con ZeroAvia nello sviluppo di una propulsione rispettosa del clima come opzione per i nostri clienti in tutto il mondo”.