Wizz Air

Wizz Air Q1 F22

Tempo di lettura 7 minuti

“Il primo trimestre di F22 è rimasto impegnativo per la Società poiché abbiamo gestito solo il 33% della nostra capacità disponibile poiché le restrizioni alla mobilità hanno continuato a essere una delle principali barriere ai viaggi internazionali durante questo periodo. Ci siamo concentrati sulla liquidità e abbiamo realizzato un trimestre positivo per il flusso di cassa, con un forte saldo di liquidità di circa € 1,7 miliardi, inclusi circa € 1,5 miliardi di free cash, oltre a mantenere il nostro bilancio investment grade.” ha commentato così i risultati József Váradi, amministratore delegato di Wizz Air.

Il fatturato totale ammonta a 199,0 milioni di euro, mentre i costi sono aumentati del 56,1% a 307,7 milioni di euro. Previsioni per l’estate: luglio e agosto prevede di operare rispettivamente intorno al 90% e al 100% della capacità del 2019.

József Váradi, amministratore delegato di Wizz Air, ha continuato: “Durante il trimestre abbiamo assistito a modelli di ripresa incoraggianti nel trasporto aereo di passeggeri. Le persone hanno iniziato a tornare a volare nonostante le restrizioni alla mobilità che incidono ancora sui viaggi. Abbiamo trasportato 3,0 milioni di passeggeri durante il trimestre, più di quattro volte il numero che abbiamo trasportato nello stesso periodo dell’anno scorso. Con il progredire del trimestre, abbiamo implementato livelli più elevati di capacità con giugno che ha operato il 62% dei chilometri di posti disponibili del 2019.

Siamo ora entrati in una parte impegnativa dell’estate, accelerando le nostre operazioni per soddisfare l’aumento della domanda, mantenendo la flessibilità operativa per far fronte all’evoluzione delle restrizioni di viaggio a seguito degli sviluppi di Covid-19, in particolare per quanto riguarda le nuove varianti. Mentre aumentiamo le nostre operazioni, continuiamo a essere supportati dal nostro team dedicato e dai colleghi che hanno dimostrato agilità e resilienza anche nei momenti più incerti e volatili di orari e aspettative in continua evoluzione”.

Il CEO di Wizz Air ha analizzato anche l’andamento della stagione estiva fino ad oggi ed offerto una prospettiva incoraggiante per i mesi di luglio e agosto: Abbiamo continuato a rafforzare la nostra rete per il futuro, ampliando ulteriormente la nostra presenza sul mercato italiano aggiungendo altre due basi, a Roma e Napoli. Roma, Fiumicino ha iniziato ad operare con cinque nuovi aeromobili A321 da luglio e Napoli avrà un 2 aeromobili a partire di agosto A Tirana, in Albania, abbiamo aggiunto un quinto aeromobile A321 poiché abbiamo continuato a vedere risultati positivi e una forte domanda per il nostro prodotto e servizio.

Abbiamo aggiunto rotte per il tempo libero dai nostri principali mercati CEE alle destinazioni mediterranee per soddisfare la forte domanda estiva. Wizz Air Abu Dhabi e Wizz Air UK sono state colpite da restrizioni di mobilità più severe, tuttavia ognuna ha visto un graduale miglioramento del traffico, in particolare lungo i corridoi di viaggio verso le destinazioni negli elenchi approvati dal governo.

Abbiamo continuato ad accelerare e far crescere le nostre operazioni reclutando, imbarcando e addestrando 600 membri dell’equipaggio aggiuntivo. Con ciò prevediamo che l’utilizzo degli aeromobili aumenterà fino a 10 ore al giorno, avvicinandosi ai nostri tempi di volo pre-pandemia di oltre 12 ore al giorno. Luglio e agosto 2021 prevediamo di operare rispettivamente intorno al 90% e al 100% della nostra capacità del 2019, rendendo Wizz Air la prima grande compagnia aerea europea a recuperare completamente la capacità ai livelli pre-Covid-19.Mentre rimaniamo cauti nel fare previsioni per il periodo invernale in mezzo a un processo decisionale governativo imprevedibile, siamo assolutamente fiduciosi nelle nostre posizioni competitive molto migliorate a breve, medio e lungo termine derivanti dalla continua crescita della flotta basata su nuove consegne di aeromobili, un’impronta di mercato estesa e vantaggi di costo strutturali derivanti dall’aumento della flotta -misurazione,accordi commerciali migliori con gli aeroporti e non essere intrappolati nell’onere del debito contrariamente alla stragrande maggioranza del settore.

Rimaniamo strategicamente disciplinati sui costi e continuiamo il rinnovamento della nostra flotta, riconsegnando due aeromobili A320CEO da 180 posti e prendendo in consegna sei nuovi A321NEO da 239 posti, che fissano la nostra flotta di posti medi per aereo a 207 posti. Il rinnovo accelerato della nostra flotta continuerà a avvantaggiare Wizz Air rispetto ad altri concorrenti su ogni linea di costo, incluso Fuel CASK ancora di più nell’ambiente attuale in cui l’efficienza del carbonio è sempre più critica”.

REVISIONE FINANZIARIA Q1

Nel primo trimestre, Wizz Air ha trasportato 2.954.274 passeggeri, con un aumento del 317,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente come conseguenza diretta del graduale ritorno della domanda di viaggio e dell’allentamento delle restrizioni di viaggio imposte dai governi a causa del COVID-19. La Società ha generato ricavi per 199,0 milioni di euro, con un incremento del 119,3%. Queste tariffe si confrontano con l’aumento di capacità misurato in termini di ASK del 255,2% e del 264,7% in più di posti. La perdita sottostante del primo trimestre è stata di 118,7 milioni di euro.

Conto economico complessivo consolidato (non certificato)

Per i tre mesi chiusi al 30 giugno – arrotondato al primo decimale

2021milioni di €2020milioni di €var.
Entrate del biglietto passeggeri87.229,4196,8%
Entrate accessorie111.961,482,2%
Entrate totali199.090,8119,3%
Costo del personale(34.5)(29.3)17,7%
Costi del carburante(63,5)(68,7)-7,6%
Distribuzione e marketing(7.3)(4.4)65,9%
Materiali di manutenzione e riparazioni repair(41.6)(20.5)103,0%
Tariffe aeroportuali, di movimentazione e di rotta(69,9)(21.0)233,1%
Ammortamenti e svalutazioni(90.8)(64.0)42,0%
Altre spese/entrate(0.1)10.7-100,8%
I costi operativi totali(307.7)(197.1)56,1%
Utile operativo(108.6)(106.4)2,1%
Proventi finanziari0.95,0-81,5%
Spese finanziarie(20,8)(18.2)14,4%
Perdita netta su cambi14.912.123,0%
Spese di finanziamento nette(4.9)(1.0)375,0%
Utile/(perdita) prima delle imposte sul reddito(113,5)(107.4)5,7%
Imposta sul reddito (spese)/credito0.80.644,9%
Utile/perdita d’esercizio*(114,4)(108.0)5,9%
Utile/perdita di periodo sottostante*(118,7)(56,7)109,4%

*L’utile netto sottostante Q1 FY22 esclude l’impatto degli utili da copertura classificati come discontinued (pari a € 4,3 milioni)

Fatturato

I ricavi dai biglietti sono aumentati del 196,8% a 87,2 milioni di euro e i proventi accessori (o ricavi “non biglietti”) sono aumentati dell’82,2% a 111,9 milioni di euro, trainati dal forte aumento della capacità dovuto al graduale ritorno della domanda di viaggio. I ricavi totali per ASK (RASK) sono diminuiti del 38,2% a 2,69 centesimi di euro da 4,36 centesimi di euro nello stesso periodo dell’F21, trainati principalmente da voci di ricavo eccezionali incluse nel primo trimestre dell’F21. In prospettiva, il RASK nel primo trimestre F20 è stato di 3,84 centesimi di euro e il calo del RASK nel primo trimestre F22 è completamente attribuibile alle differenze del fattore di carico.

Il ricavo medio per passeggero è sceso a 67,4 € nel primo trimestre F22, il 47,5% inferiore al livello del primo trimestre F21 di 128,3 €. Il ricavo medio dei biglietti per passeggero è diminuito da € 41,5 nel primo trimestre F21 a € 29,5 nel primo trimestre F22, il ricavo medio accessorio per passeggero è diminuito da un eccezionalmente elevato € 86,8 nel primo trimestre F21 a € 37,6 nel primo trimestre F22, con un calo del 56,7%. La diminuzione delle entrate accessorie per passeggero è distorta a causa del basso numero di passeggeri e del riconoscimento delle entrate merci tra le entrate accessorie nel primo trimestre F21. Come notato sopra, le entrate accessorie medie per passeggero di questo trimestre rispetto al primo trimestre F20 (periodo pre-Covid), mostrano un aumento del 25,0% da 30,1 € a 37,6 € grazie a prezzi e vendite forti di prodotti come l’opzione flessibilità, posti assegnati ecc.

Costi operativi

I costi operativi dei tre mesi sono aumentati del 56,1% a 307,7 milioni di euro dai 197,1 milioni di euro del primo trimestre F21. 

Il costo totale per ASK (‘CASK’) è diminuito del 56,1% a 4,43 centesimi di euro nel primo trimestre F22 da 10,11 centesimi di euro nel primo trimestre F21. CASK escluse le spese operative straordinarie è sceso a 4,49 centesimi di euro nel primo trimestre F22 da 7,64 centesimi di euro nel primo trimestre F21.

I costi del personale sono aumentati del 17,7% a 34,5 milioni di euro nel primo trimestre F22 da 29,3 milioni di euro nel primo trimestre F21, trainati da una maggiore capacità operativa.

Le spese per il carburante sono diminuite del 7,6% a 63,5 milioni di euro nel primo trimestre del F22, rispetto ai 68,7 milioni di euro dello stesso periodo dell’F21. Il decremento è stato determinato principalmente da una piccola plusvalenza di € 4,3 milioni realizzata su coperture cessate rispetto alla significativa perdita di € 51,3 milioni realizzata nel primo trimestre F21. Il prezzo medio del carburante (incluso l’impatto della copertura ed escluso il premio per l’aereo) pagato da Wizz Air durante il primo trimestre è stato di 538 dollari statunitensi per tonnellata, con un calo del 9,0% rispetto ai 591 dollari statunitensi dello stesso periodo in F21.

I costi di distribuzione e marketing sono aumentati del 65,9% nel primo trimestre F22 a € 7,3 milioni a causa dell’aumento della performance dei ricavi.

I costi di manutenzione, materiali e riparazioni sono aumentati del 103,0% a 41,6 milioni di euro nel primo trimestre F22 rispetto a 20,5 milioni di euro a causa di una flotta più ampia e degli obblighi di fine locazione.

Le spese aeroportuali, di movimentazione e di rotta sono aumentate del 233,1% a 69,9 milioni di euro nel primo trimestre di F22 rispetto a 21,0 euro dell’anno precedente, un aumento principalmente dovuto all’aumento di ASK.

Gli ammortamenti sono aumentati del 42,0% nel primo trimestre a 90,8 milioni di euro, rispetto ai 64,0 milioni di euro dello stesso periodo dell’F21, a seguito della maggiore flotta e del maggiore utilizzo.

Gli altri costi ammontano a 0,1 milioni di euro nel primo trimestre, rispetto a 10,7 milioni di euro di proventi nello stesso periodo dello scorso anno.

I proventi finanziari sono stati pari a 0,9 milioni di euro, in diminuzione rispetto a 5,0 milioni di euro, trainati dai minori tassi di interesse sui depositi.

Gli oneri finanziari sono stati pari a 20,8 milioni di euro rispetto ai 18,2 milioni di euro del primo trimestre F21.

L’utile netto su cambi è stato di € 14,9 milioni, di cui € 21,5 milioni relativi a utili su cambi non realizzati, rispetto a un utile di € 12,1 milioni nel primo trimestre F21.

Le imposte sul reddito sono state pari a 0,8 milioni di euro (T1 F21: 0,6 milioni di euro) e riflettono principalmente l’imposta locale sulle imprese e l’imposta sull’innovazione in Ungheria.

Liquidità

Le disponibilità liquide totali (incluse le disponibilità liquide e i depositi vincolati con scadenza superiore a 3 mesi) alla fine del primo trimestre sono aumentate del 4,7% a 1.662,6 milioni di euro rispetto al 31 marzo 2021, di cui 1.499,8 milioni di euro di free cash.

Carburante

Wizz Air opera in base a una chiara serie di politiche di tesoreria approvate dal Consiglio e supervisionate dal Comitato Controllo e Rischi. Il 2 giugno 2021 il Consiglio di Amministrazione ha approvato la politica ‘no hedge’ della Società rispetto al dollaro USA e al rischio di prezzo del carburante per aerei dopo aver valutato i costi e i benefici economici del programma di copertura. Di seguito sono riportati i dettagli delle attuali posizioni di copertura (al 13 luglio 2021):

STATISTICHE CHIAVE*

Per i tre mesi chiusi al 30 giugno*

 20212020Modificare
Capacità   
Numero di aeromobili alla fine del periodo14112314,6%
Aeromobili equivalenti137.1121.412,9%
Utilizzo (ore di blocco per aereo al giorno)4.421.72157,0%
Ore di blocco totali55.18219,131188,4%
Ore di volo totali48.41817,117182,9%
Partenze entrate23.1286.767241,8%
Capienza posti4.646.8531.274.324264,7%
Lunghezza media della tappa aeronautica (km)1.5911,634-2,6%
ASK totali (‘000 km)7.391.2092.081.105255,2%
 Dati operativi
RPK (‘000 km)4.719.2991.181.986299,3%
Fattore di carico63,6%55,5%14,5%
Numero di segmenti passeggeri2.954.274707.184317,5%
Prezzo del carburante (US$ medio per tonnellata, incluso l’impatto di copertura ma escluso il premio in aereo)538591-9,0%
Tasso di cambio (media US$/€, incluso l’impatto della copertura)1.211.137,1%

*Le cifre sono arrotondate al primo decimale

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017