sustainable aviation

2ZERO: per voli regionali ibridi/elettrici, primi voli

Nell’ambito del programma UK’s Future Flight Challenge, nei prossimi giorni ci sarà il primo volo elettrico per pendolari nel Regno Unito dall’aeroporto di Exeter a Newquay.

Il consorzio per testare il trasporto aereo elettrico regionale sarà guidato dalla società Californiana Ampaire, specializzata in piccoli aerei ibridi/elettrici.

Nel consorzio, partner tra cui: Rolls-Royce Electrical, University of Nottingham, Loganair Ltd, Exeter e Devon Airports Ltd, Cornwall Airport Ltd, Heart of the Southwest Local Enterprise Partnership (HotSWLEP) e UK Power Network Services.

Il progetto ha ricevuto 2,4 milioni di sterline dalla Future Flight Challenge per il suo programma 2ZERO da 5 milioni di sterline (Verso emissioni zero nelle operazioni aeree regionali), per dimostrare velivoli ibridi-elettrici su rotte regionali nel sud-ovest del Regno Unito.  

Il programma 2ZERO (Towards Zero Emissions in Regional Aircraft Operations) prevede la realizzazione e il collaudo delle infrastrutture necessarie per consentire il futuro degli aerei elettrici all’interno degli aeroporti e delle operazioni aeree esistenti. 

I voli dimostrativi verranno effettuati utilizzando il velivolo Electric EEL a sei posti di Ampaire e, in una fase successiva, con un Eco Otter da 19 posti, retrofit ibrido-elettrico del cavallo di battaglia Twin Otter. Questi velivoli da banco di prova verranno utilizzati per sviluppare e valutare i requisiti per un’infrastruttura di aviazione elettrica completamente integrata. 

Il team di 2ZERO ritiene che l’utilizzo di aeromobili ibridi-elettrici, con la necessaria infrastruttura di ricarica e stoccaggio della batteria, potrebbe catalizzare un cambiamento fondamentale nelle operazioni delle compagnie aeree regionali. Le emissioni sarebbero ridotte fino al 70% con gli aerei ibridi-elettrici e interamente con una successiva generazione di aeromobili completamente elettrici. 

Nel programma anche la compagnia regionale inglese Loganair, Andy Smith, Head of Sustainability Strategy,  ha dichiarato: “Loganair è molto lieta di far parte di questo consorzio di massimi esperti in questo campo. Durante il corso del progetto, i piloti e gli ingegneri di Loganair acquisiranno esperienza nel funzionamento dell’EEL di Ampaire e forniranno feedback per garantire che i futuri velivoli commerciali che incorporano questa tecnologia siano soluzioni di trasporto efficaci non solo per la Scozia e il sud-ovest, ma per il mercato globale più ampio.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi