Boeing B717 tribute

B717: il tour europeo

Tempo di lettura 2 minuti

Correva l’anno 1999, 22 anni fa, quando Boeing mandò in Europa il B717 per il tour europeo, in occasione del Paris Air Show di le Bourget.

27 giorni di esibizioni di volo e dimostrazioni in sette paesi europei. 

L’aereo effettuò 24 voli in 14 città, comprese le esibizioni al Paris Air Show, per poi tornare a Yuma, in Arizona.

Secondo Jim Phillips, vice presidente e direttore generale del programma Boeing 717 di allora, “l’aereo ha funzionato perfettamente dal giorno in cui è partito per l’Europa fino al suo ritorno a casa.

Il tour è stato un grande successo“, ha detto Phillips. “L’aereo ha soddisfatto tutte le nostre aspettative mentre ha fatto un’ottima impressione sui nostri ospiti della compagnia aerea”.

McDonnel Douglas neon hanga Long Beach California
McDonnel Douglas hangar di Long Beach California con l’insegna a neon “Fly DC JETS

Il B717 utilizzato per il tour europeo era il secondo aereo di produzione prodotto dalla divisione Boeing di Long Beach, negli ex hangar McDonnel Douglas, dove ne erano stati assemblati 4, tre di prova e una versione di produzione, che stavano completando i requisiti di certificazione e test di volo.

Dopo il Paris Air Show, l’aereo ha intrapreso un tour in sei paesi: in Finlandia a Helsinki, in Germania a Berlino, in Spagna a Siviglia e Madrid e Palma, per poi andare in Grecia a Atene, Santorini, Mikonos e Salonicco, in Italia due tappe a Bergamo e Roma, ultime tappe europee nel Regno Unito a Londra e East Midlands.

Al suo ritorno negli Stati Uniti, il 717 ha fatto scalo a St. Louis, dove i dirigenti e i dipendenti della TWA presso la sede della compagnia aerea, hanno avuto l’opportunità di vedere da vicino l’aereo. TWA aveva 50 ordini e opzioni per altri 50 e ha ricevuto i suoi primi 717 nel febbraio 2000.

Gli ospiti delle compagnie aeree, l’industria aeronautica e i funzionari governativi sono stati informati sulle caratteristiche e sulle prestazioni del 717 durante le dimostrazioni di volo e le esibizioni a terra in ciascuna delle città del tour. Gli ospiti hanno esplorato gli ampi sedili e il corridoio della cabina, i grandi contenitori di stivaggio in testa e i corrimani illuminati a presa totale. Anche la cabina di pilotaggio, con il moderno ponte di volo del 717 con i suoi display a cristalli liquidi a sei lati, era aperta al pubblico.” Si legge in un comunicato stampa do Boeing di quell’anno.

L’aereo utilizzato per il tour europeo era quello destinato al cliente di lancio del 717, AirTran Airways, che lo ha ricevuto poche settimane dopo.

Al ritorno dall’Europa, il Boeing B717 aveva raccolto 115 ordini e 110 opzioni ma come sappiamo, non tutte le opzioni furono trasformati in ordini effettivi.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi