BER Brandeburgo Willy Brandt

Tegel cessa le operazioni dopo l’ultimo volo Air France

Tempo di lettura 3 minuti

Oggi, domenica 8 novembre 2020, il volo Air France AF1235 è stato l’ultimo volo in assoluto a partire dall’aeroporto di Berlino Tegel “Otto Lilienthal”, TXL.

Alle 15:00 un Airbus A320-200 di Air France è decollato per Parigi CDG.

Dopo l’ultima partenza e la fine delle operazioni a TXL, l’area è stata simbolicamente consegnata alla città e al sindaco di Berlino.

In linea con la decisione di zonizzazione per l’aeroporto di Berlino Brandeburgo (BER), TXL sarà mantenuta in condizioni operative per ulteriori sei mesi dalla data della completa messa in servizio del BER, anche se a Tegel non si effettueranno più voli.

Tra 6 mesi inizierà la riqualificazione dell’ex sito aeroportuale in un nuovo quartiere urbano.

Engelbert Lütke Daldrup, CEO, Flughafen Berlin Brandenburg GmbH: “Oggi, 8 novembre 2020, segna la fine di un capitolo molto speciale nella storia dei trasporti nella regione della capitale tedesca. Tegel ha visto di tutto, dagli inizi dell’aviazione ai viaggi aerei di massa. Ciò è stato possibile grazie ai dipendenti della compagnia aeroportuale e ai suoi partner in aeroporto, che hanno realizzato cose straordinarie e reso l’aeroporto indimenticabile. Per decenni, questa icona architettonica è stata la porta d’accesso al mondo per i berlinesi. Ecco perché non ci sarebbe potuto essere un addio per Tegel più appropriato di un volo Air France “.

Michael Müller, sindaco di Berlino: “Non è un addio facile. I cuori di molte persone a Berlino sono attaccati a Tegel. Dopo tutto, questo aeroporto era enormemente importante per la nostra città e aveva un significato simbolico al di là del semplice traffico aereo. Allo stesso tempo, tuttavia, questo è un nuovo inizio importante per l’aeroporto di Tegel. Questo sito ha un passato ricco di eventi e di successo. Ma ha anche un grande futuro. Grazie al progetto “Berlin TXL – The Urban Tech Republic”, Tegel sarà negli anni a venire uno dei luoghi più emozionanti della nostra città. Il sito diventerà uno dei punti chiave dell’innovazione di Berlino, creando fino a 20.000 posti di lavoro, con aree per l’industria, il commercio, fiere e congressi, nonché per la scienza e la ricerca “.

TXL, un aeroporto con una lunga storia.

La storia dell’aviazione a Tegel inizio’ molti anni fa con i primi test sui dirigibili nel 1896.

Nel corso del blocco di Berlino, l’aeroporto situato nell’ex zona di occupazione francese fu ampliato a velocità record nel 1948 per supportare il ponte aereo degli Stati Uniti.

Con i suoi 2.428 metri, la pista di nuova costruzione era la più lunga d’Europa all’epoca.

Fino al 1990, solo le compagnie aeree delle potenze occupanti USA, Gran Bretagna e Francia potevano atterrare a Tegel in conformità con le disposizioni dell’accordo delle quattro potenze su Berlino.

Tra il 1948 e il 2020 si sono verificati in totale circa 6,5 milioni di decolli e atterraggi.

Lo storico edificio esagonale dell’aeroporto, in seguito noto come Terminal A, è stato inaugurato nel 1974 con una capacità iniziale di circa 6 milioni di passeggeri. Il Terminal C è stato aggiunto nel 2007. Dagli anni 2000 in poi, in particolare, l’aeroporto di Tegel ha registrato un numero di passeggeri in costante crescita, con circa 24,24 milioni di passeggeri gestiti l’ultima volta nel 2019.

Nel giugno 2019, il numero di passeggeri giornalieri ha raggiunto il picco di oltre 90.000. Solo pochi mesi dopo, nell’aprile 2020, la crisi del traffico aereo globale ha visto temporaneamente questa cifra scendere fino a 250 passeggeri al giorno.

Il futuro dell’esagono di TXL.

Il terminal esagonale di TXL è un edificio storico dal 2019.

I piani di riqualificazione del sito includono un parco industriale e di ricerca per le tecnologie urbane, nonché alloggi e spazi verdi. Inizialmente, l’aeroporto di Tegel rimarrà operativo per altri sei mesi. Il 5 maggio 2021 scadrà l’obbligo di operare e TXL tecnicamente non sarà più un aeroporto.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi