Transavia

Transavia: possibile un lungo sciopero dei piloti

Tempo di lettura 2 minuti

I piloti di Transavia, iscritti al sindacato Syndicat des Pilots de Ligne (SPL) hanno emanato un avviso per un possibile sciopero dal 1 settembre al 15 ottobre.

Lo sciopera arriva dopo l’accordo tra il sindacato dei piloti di Air France, SNPL, di cui fa parte Transavia, per la crescita della flotta, sulla quale pendeva un accordo sindacale di alcuni fa.

Air France e SNPL avevano concordato il limite dei 40 aerei nel 2014 a seguito di uno sciopero di due settimane da parte dei suoi piloti contro i piani del management del gruppo dell’epoca, guidato dal CEO Alexandre de Juniac, i piani prevedevano la crescita della flotta fino a 100 aeromobili in 3 anni (2014-2017), per respingere la concorrenza dei due grandi rivali nel segmento LCC Ryanair ed EasyJet.

In seguito al nuovo accordo, Guillaume Schmid, vicepresidente di SNPL Air France, ha dichiarato che l’accordo prevede che l’eliminazione del limite, permetterà a Transavia di crescere, garantendo nel contempo di non compromettere la crescita di Air France, con sovrapposizioni di rotte e che Transavia non opererà dallo scalo di Parigi CDG e continuerà ad operare solo nel medio raggio senza tratte interne in territorio francese. approfondisci l’argomento…

Quindi mentre il sindacato di Air France è d’accordo con la compagnia, il sindacato nazionale dei piloti SPL no.

Gli iscritti al sindacato NPL sono circa il 30% dei piloti di Transavia, uno sciopero in massa degli iscritti quindi, potrebbe portare a considerevoli difficoltà per il vettore, ad operare tutti i voli nell’operativo, con conseguenti disagi per i passeggeri, ritardi e cancellazioni.

Il sindacato NPL ha indetto le agitazioni, in quanto credono che il sindacato dei piloti di Air France, SNPL, abbia influenzato troppo il futuro di Transavia France e nella negoziazione il sindacato NPL non è stato invitato a partecipare.

Alla fine di luglio, la SNPL che rappresenta i piloti di Air France, molti dei quali sono distaccati a lavorare in Transavia, ha votato per approvare l’espansione della flotta della compagnia aerea. In precedenza, la compagnia aerea era stata limitata a un massimo di 40 aeromobili, un accordo che era stato in vigore dal 2014.

Secondo l’Air Journal, l’SPL ha affermato:

“… un tale accordo non può essere negoziato senza le organizzazioni sindacali di Transavia … Non è accettabile che i sindacati esterni vengano a negoziare il nostro futuro, le nostre condizioni di lavoro e i nostri salari … [La SPL] richiede il rigoroso rispetto degli organi rappresentativi di Transavia personale e i suoi sindacati rappresentativi “.

Il sindacato quindi chiede che l’accordo venga rinegoziato con il loro coinvolgimento.

Transavia nega che la SNL sia stata esclusa dalle discussioni, affermando in una dichiarazione rilasciata da ATW Online,

“Il management di Transavia France si rammarica di questo appello allo sciopero anche se le discussioni sullo sviluppo di Transavia France hanno già portato a progressi significativi per tutti i piloti di Transavia France. Tutti i piloti Transavia sono rappresentati nelle trattative attraverso sindacati rappresentativi ”.

 

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi