Swissport

UK: tutta l’industria del settore aereo è a rischio

Tempo di lettura < 1 minuto

Di quanto il settore aereo sia una vera e propria industria con il relativo indotto, l’Europa lo sta toccando con mano in questa crisi, Swissport uno dei principali attori nei servizi a terra aeroportuali, dopo il Belgio, tocca anche il Regno Unito.

Swissport infatti effettuerà 4.500 licenziamenti nel Regno Unito, a causa del forte calo di domanda di servizi.

Swissport è presente nella maggior parte degli aeroporti del Regno Unito e la lenta ripresa prevista, seppur ora con dati più incoraggianti, la politica del primo ministro Joris Bronson sulla quarantena, hanno costretto Swissport a tagliare oltre la metà della sua forza lavoro nel Regno Unito.

Swissport impiega 8.500 persone nel Regno Unito e 64.000 in tutto il mondo, e’ probabile che questo ulteriore taglio di personale nel settore aumenti la pressione sul governo affinché predisponga immediatamente misure idonee a supportare le aziende del settore e salvaguardare i posti di lavoro.

Il 9 giugno scorso L’aeroporto di Bruxelles è stato paralizzato, quando Swissport, che gestisce oltre il 60% dei servizi a terra a Zaventem, ha dichiarato fallimento.

Swissport Belgium SA / NV e Swissport Belgium Cleaning, che ha fornito servizi di pulizia a terra e all’aeroporto di Bruxelles, dopo anni con pessimi risultati ed in perdita hanno cessato le operazioni.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi