Aeroporto di Reggio Calabria

Ryanair: 2 aerei a Reggio Calabria e Lamezia Terme…

  • 2 settimane fa
  • 4minuti

Ryanair la prossima Winter baserà 4 aerei in Calabria, 2 in più: 2 aerei faranno base a Reggio Calabria e 2 a Lamezia Terme.

Ryanair garantirà una crescita immediata per la prossima stagione invernale, lanciando 11 nuove rotte: 7 da Reggio Calabria per Londra Stansted, Bruxelles Charleroi, Milano Malpensa, Pisa, Frankfurt Hahn, Katowice e Parigi Beauvais, 2 da Lamezia per Tirana e Bruxelles Charleroi e 2 da Crotone per Treviso e Torino. Inoltre, per l’estate 2025 Ryanair introdurrà ulteriori 4 nuove rotte da Lamezia Terme verso Trieste, Madrid, Breslavia e Bucarest.

A Catanzaro, l’amministratore delegato di Ryanair, Eddie Wilson ha dichiarato:“Siamo entusiasti di annunciare il significativo investimento e l’espansione di Ryanair in Calabria, a seguito della decisione lungimirante del Presidente Occhiuto di abolire l’addizionale municipale. Questa mossa strategica ci consente di aumentare rapidamente la nostra capacità nella Regione, aggiungendo un ulteriore Boeing B737-800 a Reggio Calabria ed a Lamezia Terme, lanciando inoltre nuove rotte in tutta la Regione.

Il nostro operativo invernale 2024 per la Calabria porterà a una crescita dell’82% rispetto all’inverno 2023, con tre aeromobili basati e un investimento totale di 300 milioni di dollari. Inoltre, prevediamo di basare un altro aeromobile a Lamezia Terme per l’estate 2025, portando a quattro il totale degli aeromobili basati nella Regione ed aumentando il nostro investimento totale a 400 milioni di dollari. Questo porterà a una crescita del 50% l’anno prossimo per la Regione, supportando oltre 1.200 posti di lavoro e contribuendo alla crescita economica, migliorando il turismo, la connettività ed offrendo tariffe più basse sia ai cittadini sia ai visitatori.

Ryanair invita ora tutte le Regioni italiane ad eliminare questa tassa regressiva. In particolare, Sicilia e Sardegna dovrebbero seguire il positivo esempio della Calabria e rivoluzionare la loro connettività eliminando la tassa. Ryanair potrebbe offrire ulteriori 3 milioni di posti all’anno per la Sicilia e 2 milioni per la Sardegna, trasformando la connettività su base annuale, come fatto a Trieste ed ora in Calabria.

Il Presidente Roberto Occhiuto ha dichiarato: “Siamo davvero orgogliosi della grande attenzione che Ryanair, la prima compagnia low cost d’Italia e d‘Europa, continua a riservare alla nostra Regione.  In vista della prossima winter season ci sarà un aumento straordinario dei collegamenti da e per la Calabria, con tante città europee e italiane, e ciò rappresenta la giusta gratificazione agli sforzi che stiamo compiendo da due anni e mezzo per aumentare sempre di più i flussi turistici nella nostra Regione. Oggi siamo molto felici di ospitare in Calabria ancora una volta Eddie Wilson, non solo un grande CEO ma un amico con cui vogliamo sviluppare e far crescere le rotte aeree all’interno del nostro sistema aeroportuale, in tutte e tre gli scali regionali, e creare le condizioni ideali affinché i visitatori possano vivere la migliore esperienza di viaggio in Calabria e trasferirla a tantissimi nuovi turisti. Anche per questo il nostro impegno è legato al miglioramento dei servizi dell’accessibilità e della mobilità interna, come dimostra l’accordo raggiunto solo qualche settimana fa con la società di servizi automobilistici Uber. 

Siamo certi che grazie alle politiche sul trasporto aereo che stiamo attuando e agli investimenti ingenti messi in campo da società come Ryanair nei nostri aeroporti, i prossimi mesi segneranno non solo un aumento esponenziale dei turisti in Calabria, ma una crescita importante in termini economici e occupazionali in tutto il nostro territorio”.

Marco Franchini, CEO di SACAL Airport, ha dichiarato:

Dal 1° agosto con l’abolizione dell’addizionale municipale, la Calabria potrà offrire tariffe vantaggiose per gli scali di Lamezia Terme, Crotone e Reggio Calabria. Una decisione storica ed innovativa ottenuta con la determinazione del Presidente Roberto Occhiuto che unitamente alla trasformazione infrastrutturale degli scali ha individuato il sistema aeroportuale calabrese quale protagonista assoluto dello sviluppo economico della regione”.