Aeroporto di Salerno QSR

L’aeroporto di Salerno è pienamente operativo

  • 1 settimana fa
  • 3minuti

“Salerno Decolla” con i primi voli di linea dall’Aeroporto di Salerno-Costa D’Amalfi, dando vita realmente al sistema aeroportuale campano.

Due aeroporti, un unica gestione (Gesac) un unico sistema aeroportuale, i due scali della Regione Campania, verranno gestiti in modo coordinato, ampliando l’offerta di voli da/per la Campania. Oggi la cerimonia di apertura dello scalo, presenti tra gli altri, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ed il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini.

Erano presenti anche il Vice Direttore Generale dell’ENAC Fabio Nicolai, l’Amministratore Delegato di F2i (che controlla Gesac) Renato Ravanelli e il Presidente di GESAC e Assaeroporti Carlo Borgomeo.

La cerimonia si è svolta all’interno del salone check-in, alla presenza delle Istituzioni e del mondo imprenditoriale, l’evento inaugurale dei primi voli di linea dallo scalo salernitano, grazie alla conclusione della prima fase del Piano di Sviluppo realizzato da GESAC secondo cronoprogramma dei lavori.

L’inizio dei primi voli dal Salerno-Costa d’Amalfi segna la nascita del sistema aeroportuale campano imperniato sui due scali di Napoli e Salerno e gestito da un unico soggetto: GESAC, in una logica di sistema integrato e complementare.

La gestione unica ha consentito di sviluppare un imponente piano d’investimenti infrastrutturali e, al contempo, una significativa rete di collegamenti aerei, grazie al know-how nella gestione aeroportuale e ai consolidati rapporti di partnership con le compagnie aeree già presenti a Napoli.

Lo scalo parte con un’offerta inziale di ben 20 destinazioni di cui 6 di linea nazionali (Catania, Cagliari, Milano Bergamo, Milano Malpensa, Torino e Verona), 7 internazionali (Basilea, Berlino Ginevra, Malta, Nantes, Londra Gatwick, Londra Stansted) e 7 sul segmento charter (Corfu, Djerba, Monastir, Podgorica, Rodi, Sharm el-Sheikh e Zante).

II Piano di sviluppo consiste in un complesso gruppo di investimenti articolati in diverse fasi tra loro correlate e sovrapposte per un importo complessivo, fino al 2043, di circa 254M€ di cui 134M€ finanziati con fondi pubblici.

La prima fase si è principalmente concentrata sulla realizzazione delle nuove infrastrutture di volo e sulla ristrutturazione degli esistenti edifici ed aree destinate ai passeggeri, necessarie alla messa in esercizio dello scalo, in particolare: prolungamento pista di volo ed estensione piazzali di sosta aeromobili, segnaletica di volo, riattivazione aerostazione passeggeri e parcheggi.

L’inaugurazione di un aeroporto – ha commentato il Presidente Enac Pierluigi Di Palma rappresenta sempre un momento di estrema vitalità per il settore del trasporto aereo e per l’economia del territorio, con ricadute positive sull’indotto e sui livelli occupazionali. Con il completamento dei lavori di riqualifica e prolungamento della pista di volo e con la certificazione rilasciata dall’Enac, il secondo scalo campano aprirà anche al traffico di aviazione commerciale, rafforzando cosi la rete aeroportuale regionale. Uno scalo moderno, funzionale ed efficiente: una risposta concreta alla crescente domanda di mobilità aerea”.

“Nel pieno rispetto dei tempi previsti e comunicati, siamo orgogliosi di festeggiare i primi voli di linea dallo scalo di Salerno: un’infrastruttura strategica per il Mezzogiorno che rappresenta un’occasione fondamentale di sviluppo turistico, sociale ed occupazionale, realizzata secondo criteri di mercato, in un sano rapporto pubblico-privato. Ma già siamo all’opera per realizzare la nuova aerostazione passeggeri che si estenderà su una superficie di circa 16mila metri quadrati e rifletterà i più elevati standard ambientali, con scelte architettoniche armoniche in forte connessione con il paesaggio”. ha dichiarato Roberto Barbieri, Amministratore Delegato di GESAC.