Airbus

CFM potrebbe fornire più motori a Airbus, ma…

  • 4 settimane fa
  • 4minuti

CFM non si porrebbe mai in una posizione che crei un ulteriore vantaggio ad Airbus, colpendo ulteriormente il malato cronico Boeing, che non riuscirà a breve ad aumentare il tasso di produzione, mentre Airbus continua a mantenere un tasso in crescita costante, limitata solo dalla carenza di parti, mentre Airbus continua a investire nelle sue FAL.

CFM potrebbe fornire più motori a Airbus, ma non lo fa, secondo alcuni analisti fonti di Reuters: “CFM cercherà di accontentare entrambe le parti, ma alla fine non farà mai nulla che svantaggi strutturalmente Boeing“, mentre un portavoce di CFM ha dichiarato: “L’ambiente della catena di approvvigionamento rimane impegnativo e stiamo lavorando per soddisfare la domanda di motori LEAP da parte di tutti i nostri clienti”. Ha anche ripetutamente affermato di non essere favorevole né a Boeing né ad Airbus.

Airbus è stata costretta, non solo per la carenza di motori, ma anche di altre parti, a ridurre le previsioni di consegne per il 2024, anche se saranno comunque superiore a quelle del 2023.

CFM International

CFM International è un produttore di motori per aeromobili franco-americano. L’azienda è una joint venture tra GE Aerospace e Safran Aircraft Engines, ha sede a Cincinnati, Ohio. È stata fondata nel 1974 per costruire e supportare la serie di motori turbofan CFM561.

Questi motori hanno stabilito lo standard del settore per i motori a getto per aeromobili a corridoio singolo e sono noti per la loro eccezionale affidabilità e prestazioni. Con oltre 33.000 motori consegnati fino ad oggi, alimentano più di 600 operatori in tutto il mondo2.

Inoltre, CFM International è il più grande produttore di motori per aeromobili commerciali al mondo, con una quota di mercato del 39% nel 20201.

I motori LEAP di CFM

Il CFM International LEAP (acronimo di “Leading Edge Aviation Propulsion”) è un motore turbofan ad alto bypass, è il successore del motore CFM56 e compete con il Pratt & Whitney PW1000G per alimentare gli Airbus A320neo/A321neo con la versione LEAP-1A, il Boeing B737 MAX con la versione LEAP-1B e d anche il COMAC C919 con la versione LEAP-1C.

I motori LEAP possono essere utilizzati quindi con piccole varianti, ovvero di versione, sia con il prodotto di punta di Airbus che con il prodotto che è stato la causa del crollo di reputazione di Boeing. ovvero il B737 MAX, attualmente la produzione mensile conta meno di 10 unità, mentre quelle dell’Airbus A320neo family, oltre 50.

Airbus ha chiesto di aumentare le consegne a CFM, ma…

I negoziati per garantire il numero necessario di motori per il 2025 per mantenere gli obbioettivi di produzione di Airbus hanno incontrato un intoppo dopo che Airbus ha chiesto a CFM di aumentare la sua quota di consegne narrowbody per compensare i problemi industriali di Pratt, hanno detto fonti di Reuters.

Airbus sperava che CFM avrebbe aumentato la sua quota di produzione di Airbus all’equivalente di circa il 75% delle consegne di A320neo da circa il 60% attuale, hanno detto due persone che hanno familiari con la questione.

Ciò ha sollevato interrogativi industriali dopo che le consegne di motori CFM erano già diminuite nel trimestre in corso, dopo una performance piatta nei tre mesi precedenti e la richiesta, direi lecita, di Airbus ha messo CFM in una posizione strategica sempre più delicata, in quanto può rendere ancora più debole anche commercialmente Boeing se “aiuta troppo” Airbus, Boeing è stato fino ad oggi il suo principale cliente, il B737 utilizza solo motori CFM in tutte le sue versioni.

CFM rappresenta il 65% del portafoglio ordini della famiglia A320neo di Airbus e ha rappresentato il 50% delle consegne di Airbus narrowbody nel 2023.