sustainable aviation

OMV produrrà SAF e MVO in Romania

  • 1 mese fa
  • 4minuti

OMV Petrom, il più grande produttore integrato di energia nell’Europa sud-orientale, investirà circa 750 milioni di euro a Petrobrazi in Romania, per trasformare la raffineria nel primo grande produttore di combustibili sostenibili nella regione.

L’azienda ha preso la decisione finale di investimento per costruire un impianto SAF/HVO insieme a due impianti per l’idrogeno verde che verrà utilizzato nella produzione di biocarburanti.

Christina Verchere, CEO OMV Petrom: “Stiamo andando avanti con la nostra trasformazione, oltre ai nostri nuovi progetti di energia rinnovabile, oggi abbiamo fatto un passo decisivo verso la decarbonizzazione dei trasporti in Romania. In totale, entro il 2030, ci impegniamo a impegnare 11 miliardi di euro trasformare l’azienda per un futuro a basse emissioni di carbonio, sia in Romania che nella regione.”

Radu Caprau, membro del comitato esecutivo di OMV Petrom responsabile della raffinazione e del marketing: “Insieme all’elettromobilità, i biocarburanti sono la risposta ai trasporti a basse emissioni di carbonio e prevediamo un graduale aumento della domanda per questi prodotti. Grazie agli investimenti annunciati oggi, saremo in grado di sostituire le importazioni con i biocarburanti prodotti qui in Romania. Per i nostri clienti, questo significa certezza del prodotto e minori emissioni di carbonio. Vogliamo continuare a essere la prima scelta dei nostri clienti in futuro offrendo loro i prodotti di cui hanno bisogno.

Impianto di produzione SAF/HVO 

Gli investimenti per questa unità ammontano a 560 milioni di euro. L’impianto avrà una capacità produttiva di 250 kt/anno di SAF e HVO1, oltre a sottoprodotti come bionafta e bioGPL, utilizzati nell’industria chimica. L’elevata flessibilità dell’impianto consente di adattare il mix di prodotti in base alla domanda del mercato e al mix di materie prime disponibili. L’impianto avrà un consumo annuo di circa 11 kt di idrogeno, la maggior parte del quale sarà fornito dalle due nuove unità di produzione di idrogeno verde.

Idrogeno verde per la produzione di combustibili sostenibili

L’investimento per le due unità di idrogeno verde è stimato in circa 190 milioni di euro, di cui fino a 50 milioni di euro provenienti da fondi europei, attraverso il Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (NPRR). OMV Petrom e il Ministero dell’Energia hanno firmato i contratti di finanziamento all’inizio di quest’anno.

Le due unità avranno una capacità complessiva di 55 MW, con una produzione annua totale di idrogeno verde stimata in circa 8 kt. L’integrazione dell’idrogeno verde nei carburanti sostenibili, come il carburante per l’aviazione sostenibile e il diesel rinnovabile, comporterà una riduzione di almeno il 70% delle emissioni di CO2 rispetto ai carburanti convenzionali.

Petrobrazi è la prima raffineria del Paese certificata per produrre SAF e HVO attraverso la co-lavorazione di materie prime biologiche. 

Per garantire l’accesso ad una fonte sicura di materie prime per la produzione di biocarburanti, OMV Petrom ha acquisito una partecipazione del 50% in “Respiră Verde”, leader nella raccolta di olio alimentare usato in Romania. “Respiră Verde” raccoglie fino a 10 kt di olio commestibile usato all’anno da operatori economici in settori come l’industria dell’ospitalità (hotel, ristoranti) e la vendita al dettaglio.

OMV Petrom: è il più grande produttore integrato di energia nell’Europa sud-orientale, con una produzione annua di idrocarburi del Gruppo di circa 41 milioni di boe nel 2023. Il Gruppo ha una capacità di raffinazione di 4,5 milioni di tonnellate all’anno e gestisce una centrale elettrica a gas ad alta efficienza da 860 MW . Il Gruppo è presente sul mercato al dettaglio di prodotti petroliferi in Romania e nei paesi limitrofi attraverso circa 780 stazioni di rifornimento con due marchi: OMV e Petrom. OMV Petrom è una società di cui, alla fine del 2023, gli azionisti rumeni detengono oltre il 43% delle azioni (di cui lo Stato rumeno, attraverso il Ministero dell’Energia, detiene il 20,7%, e il 22,5% è di proprietà dei fondi pensione rumeni) , a cui si aggiungono quasi 500.000 investitori individuali e altri soggetti rumeni). OMV Aktiengesellschaft, una delle più grandi società industriali quotate in Austria, detiene una partecipazione del 51,2% in OMV Petrom, mentre il restante 5,6% è detenuto da altri investitori stranieri. Del totale delle azioni di OMV Petrom, il 28,1% rappresenta il flottante della Borsa di Bucarest. Dal 2007, OMV Petrom ha incluso i principi di responsabilità aziendale nella sua strategia aziendale. Tra il 2007 e il 2023, l’azienda ha stanziato circa 160 milioni di euro per lo sviluppo delle comunità in Romania, concentrandosi su tutela dell’ambiente, istruzione, salute e sviluppo locale. Il 29 luglio 2020, OMV Petrom ha annunciato il proprio sostegno alle raccomandazioni emesse dalla Task Force on Climate-based Financial Disclosures (TCFD) in merito ai rischi e alle opportunità legati al cambiamento climatico. OMV Petrom riferisce annualmente sui progressi compiuti nell’attuazione di queste raccomandazioni.

  1. HVO – L’olio vegetale idrotrattato è noto anche come diesel rinnovabile, green diesel o biodiesel. Si tratta di un carburante a basso contenuto di carbonio, prodotto dalla lavorazione dei lipidi residui rinnovabili.   ↩︎