London Gatwick LGW

32,8 milioni di pax a Londra Gatwick per Vinci

Tempo di lettura < 1 minuto

Ricordiamo tutti i terminal South e North deserti dell’aeroporto di Londra Gatwick durante i mesi più duri della pandemia, LGW nel 2022 è tornato a servire oltre 32 milioni di passeggeri, iniziando il 2023 con nuove destinazioni di lungo raggio.

Un dato molto positivo per Vinci Airport, società che controlla l’aeroporto di Gatwick, anche se rispetto ai numeri pre Covid-19 si è registrato un traffico inferiore di circa il 30%.

I risultati annuali del traffico pubblicati da VINCI Airports mostrano che l’aeroporto di Londra Gatwick ha servito 32,8 milioni di passeggeri nel 2022, che rappresenta il 71% dei numeri pre-pandemia (2019), il dato però diventa molto importante se paragonato a quello del 2021, quando a gatwick sono transitati appena 6,3 milioni di passeggeri nel 2021.

La forte ripresa dell’aeroporto di Gatwick è ulteriormente evidenziata dalla sua maggiore connettività a lungo raggio, con l’aeroporto che ora serve 42 rotte globali – il 68% del numero di voli pre-pandemia, tutto questo con una sola pista.

Satellite del Terminal South dell’aeroporto di Londra Gatwick

La rete a lungo raggio dell’aeroporto è stata potenziata dall’annuncio di ieri che Air India volerà verso quattro nuove destinazioni: Goa, Ahmedabad, Amritsar e Kochi (Cochin).

Delta Air Lines torna a Gatwick, sarà quindi il quarto volo giornaliero da Londra dell’aeroporto verso New York, mentre British Airways opererà nuove rotte per Vancouver, Georgetown e Las Vegas questa estate, oltre ai loro servizi verso i Caraibi, Nord e Centro America, Medio Oriente e Mauritius.

Jonathan Pollard, Chief Commercial Officer dell’aeroporto di Londra Gatwick, ha dichiarato: “I dati di oggi sono estremamente positivi e mostrano chiaramente la continua forte ripresa di Londra Gatwick. Abbiamo ancora molta strada da fare, ma non vediamo l’ora di accogliere ancora più passeggeri quest’anno, compresi quelli che volano verso la nostra crescente scelta di destinazioni a lungo raggio”.