Lufthansa

Accordo raggiunto tra sindacato UFO e Lufthansa

Tempo di lettura 2 minuti

Lufthansa e il sindacato degli assistenti di volo “Unabhängige Flugbegleiter Organisation e.V.” (UFO) hanno raggiunto un accordo su retribuzione e condizioni di lavoro, insieme a un nuovo contratto collettivo di lavoro part-time, per il personale di cabina.

Il nuovo contratto collettivo di retribuzione avvantaggia in particolare i nuovi dipendenti: gli stipendi iniziali per il personale di cabina saranno aumentati di oltre il 17%. Il personale di cabina al livello salariale più alto otterrà anche un aumento di circa il 9% della loro retribuzione mensile di base.

Il nuovo contratto collettivo di retribuzione prevede i seguenti termini:

  • La retribuzione mensile base sarà aumentata di 250 euro a partire dal 1° gennaio 2023.
  • La retribuzione mensile di base sarà aumentata di un ulteriore 2,5% dal 1° luglio 2023.

I nuovi contratti collettivi rimarranno in vigore almeno fino al 31 dicembre 2023.

Lufthansa e UFO hanno già raggiunto un accordo nell’agosto di quest’anno su cinque pagamenti una tantum per un totale di 1.200 euro a tutto il personale di cabina, in considerazione dei recenti sviluppi in termini di costo della vita.

Le parti sociali hanno inoltre concordato un nuovo accordo collettivo sulle condizioni di lavoro che offre nuovi e più flessibili modelli di lavoro a tempo parziale per una maggiore produttività; Soprattutto nei mesi estivi con una forte domanda di viaggi aerei.

Siamo lieti di aver raggiunto un accordo con il nostro partner sociale UFO su aumenti salariali che hanno una forte dimensione sociale per il nostro personale di cabina Deutsche Lufthansa AG e contemporaneamente siamo stati in grado di concludere un nuovo accordo collettivo di condizioni di lavoro“, afferma Michael Niggemann, Chief Officer Human Resources and Labor Director di Deutsche Lufthansa AG.Il nostro personale di cabina nelle fasce salariali di fascia bassa e media trarrà particolare beneficio dall’accordo che abbiamo raggiunto. In questo modo, stiamo prestando la dovuta e piena considerazione alle nostre responsabilità sociali, garantendo al contempo la nostra attrattiva come datore di lavoro. E i nuovi modelli flessibili di orario di lavoro offrono prospettive, prospettive e termini e condizioni di lavoro accattivanti che sono strettamente allineati alle esigenze del nostro personale di cabina”.

La conclusione del nuovo accordo collettivo sulle retribuzioni e le condizioni di lavoro pone fine formalmente anche all’accordo di crisi concluso nel giugno 2020 in risposta alla pandemia di coronavirus.

Il nuovo accordo è ancora soggetto all’approvazione degli organismi competenti e dei membri UFO.