Airlines UK

Le compagnie aeree UK devono tagliare i voli

Tempo di lettura 4 minuti

Lo ha ordinato Il governo inglese tramite il Dipartimento dei trasporti (DfT) e l’Autorità per l’aviazione civile (CAA) , inviando una lettera a tutte le compagnie aeree, in cui ordina di cancellare i voli per luglio, agosto e settembre, ORA! Per evitare che i piani per l’estate per decine di migliaia di britannici vadano in fumo.

L’opinione pubblica inglese da giorni ormai mette sotto pressione i vettori, in particolare easyJet, il cui CCO ha ammesso che si stanno quotidianamente effettuando delle cancellazioni e questo avverrà anche nelle prossime settimane, senza però annunciare ora un piano per dare sicurezza ai passeggeri che hanno acquistato un volo o devono ancora farlo, di poterlo fare serenamente e di poter essere certi di poter partire.

Il Dipartimento dei trasporti (DfT) e l’Autorità per l’aviazione civile (CAA) hanno avvertito i vettori di ridurre gli orari ora per evitare voli cancellati con breve preavviso.

In una lettera congiunta alle compagnie aeree, affermano: “Le cancellazioni per tempo con la possibilità di fornire un programma più solido sono migliori per i consumatori rispetto alle cancellazioni in giornata con preavviso”.

Lo dico da giorni che anche easyJet come British Airways deve ora e non domani, fornire un piano di cancellazioni per luglio e agosto, con la possibilità per agosto di poter aumentare nuovamente le frequenze se ve ne saranno i presupposti che attualmente non ci sono.

In questo modo il passeggero potrà essere più facilmente riprotetto se lo vorrà su un altro volo, chiedere il rimborso e soprattutto i vettori non dovranno pagare alcune compensazione, comunicando al passeggero la cancellazione del loro volo ben prima dei 14 giorni che precedono la data del volo.

La lettera è evidente che sia indirizzata in particolare a easyJet, lo dice anche il The Independent che ogni giorno dedica un vettore una pagine live per i voli cancellati.

Prima il CCO di easyJet Peter Bellow in una comunicazione interna ai dipendenti, successivamente un portavoce della compagnia alla stampa, hanno confermato le cancellazioni, da quanto si apprende però dalla stampa inglese, le cancellazioni attualmente vengono comunicate con un giorno di preavviso o nello stesso giorno della prevista partenza.

Anche Wizz Air , il terzo vettore europeo a basso costo (dopo Ryanair e easyJet), ha effettuato cancellazioni con breve preavviso.

Richard Moriarty, amministratore delegato della CAA, e Rannia Leontaridi, direttore generale dell’aviazione del DfT, affermano alle compagnie aeree:I risultati per troppi consumatori di recente sono stati inaccettabili. È imperativo vedere un miglioramento della resilienza del sistema, pianificazione e programmazione per riflettere la capacità disponibile prima del periodo estivo.

“La nostra aspettativa è che voi e tutti coloro che sono coinvolti nella fornitura di servizi aeronautici adotterete tutte le misure possibili per prepararsi e gestire la domanda dei passeggeri che aiuta a evitare le scene inaccettabili a cui abbiamo assistito di recente. Condividiamo tutti l’obiettivo comune di ridurre i rischi nel periodo estivo, ma riteniamo che sia necessario fare di più per dare a tutti noi una migliore certezza che questo obiettivo sarà raggiunto. È importante che ogni compagnia aerea riveda di nuovo i suoi piani per il resto della stagione estiva fino alla fine di settembre per sviluppare un programma che sia consegnabile.

“I tuoi programmi devono essere basati sulle risorse che tu e i tuoi appaltatori vi aspettate di avere a disposizione e dovrebbero essere resilienti alle sfide operative non pianificate e inevitabili che dovrete affrontare”.

Io lo sto dicendo da settimane… inascoltato, easyJet come British Airways ora ha ammesso pubblicamente il problema ed ha le risorse ed i dati per effettuare una riprogrammazione dell’intero network, quindi non ha scuse, Peter Bellow in una dichiarazione interna ai dipendenti ha detto: Vogliamo condividere il piano molto presto, tuttavia, dobbiamo anche occuparci dell’operazione immediata.[…]” caro Peter… i tuoi colleghi possono e devono fare entrambe le cose, quindi ci aspettiamo che easyJet comunichi ora il suo piano di cancellazioni per l’intera stagione estiva, non lo chiedono solo la stampa ed i passeggeri, ma anche il Dipartimento dei trasporti (DfT) e l’Autorità per l’aviazione civile (CAA).

British Airways

British Airways ha fatto una scelta ben diversa, alcune settimane fa, spinta anche dagli attacchi di stampa e governo, cancellando in modo proattivo e per tutta la S22 16.500 voli, in particolare a corto e medio raggio da/per LHW, in base alle risorse disponibili di personale, avvisando i passeggeri con settimane di anticipo.

Per la prima volta dall’inizio della crisi delle cancellazioni, CAA e DfT hanno ordinato alle compagnie aeree di rispettare le norme sui diritti dei passeggeri aerei europei.

The Independent ha ricevuto molti esempi di vettori che non offrono voli su compagnie aeree alternative e rendono difficile per i passeggeri richiedere il risarcimento e altri costi loro dovuti.

Nella stessa lettera si legge: “Ci aspettiamo che quando ci sono inevitabili cancellazioni, ritardi e casi di negato imbarco, i passeggeri siano informati tempestivamente, in modo chiaro ed empatico. Ciò dovrebbe includere l’informazione dei passeggeri dei loro diritti di consumatore in relazione alle rotte di rimborso e compensazione, se applicabile. Inoltre, quando si affrontano sfide operative, ci aspettiamo che tu disponga dei processi e delle risorse in atto per tenere informati i consumatori, ad esempio disponendo di call center con personale sufficiente e canali digitali di facile utilizzo per garantire che rimborsi e compensi vengano pagati in tempo utile. Se le compagnie aeree non possono reindirizzare i passeggeri sui propri servizi o sulle compagnie aeree partner lo stesso giorno, dovrebbero identificare le opzioni di reindirizzamento su compagnie aeree alternative. È anche importante che dove i passeggeri sono in ritardo ricevano un’adeguata sussistenza e, se hanno bisogno di pernottare, una sistemazione adeguata tempestivamente.

“Se ci sono prove che una compagnia aerea stia sistematicamente deludendo i consumatori quando si tratta di tali diritti, la CAA non esiterà a intensificare le questioni con il suo ruolo di applicazione”.

Sia il Dipartimento che la CAA svolgeranno il nostro pieno ruolo nel nostro obiettivo di garantire che la ripresa per i viaggi aerei sia un successo. Iniziamo lavorando insieme per assicurarci che l’estate sia un grande successo per il pubblico britannico”.