Boeing

Boeing ha inviato FAA piano correzione difetti B787

  • 2 anni fa
  • 2minuti

Ora spetta alla FAA decidere se il piano di Boeing soddisfa i requisiti di sicurezza e di qualità prescritti dal certificatore.

La FAA ha impedito a Boeing di auto certificare i propri aeromobili dopo i due disastri aerei che hanno coinvolto il B737 MAX, ora sicuro e diversi problemi di conformità rilevati dalla FAA nei processi di costruzione degli aeromobili Boeing.

Potrebbero essere quindi brevi i tempi (qualche mese forse… Boeing non rilascia previsioni) per riattivare le consegne dei B787, oltre 100 sono stati completati e revisionati, i difetti riscontrati risoti.

I B787 che presentavano “piccoli difetti” tra cui minuscoli interspazi tra le porte passeggeri e stiva lasciate dalla struttura in composito di carbonio. Si dice che le lacune siano della larghezza di un capello umano, ma violano le specifiche.

A sua difesa, Boeing afferma che i problemi del 787 derivano dalle sue specifiche che incorporano un elevato margine di sicurezza.

A gennaio, Reuters ha riferito che Boeing affermava che le sue specifiche iniziali delle lacune possono essere modificate senza rischiare la sicurezza, con un portavoce di Boeing che ha affermato: “I problemi che i nostri ingegneri hanno identificato e stanno affrontando fanno parte del nostro approccio metodico per garantire la conformità alle nostre precise specifiche”.

La FAA non si fida” e manterrà l’autorità di rilasciare certificati di aeronavigabilità fino a quando non sarà certa che Boeing rispetti le specifiche FAA.

Boeing ha già affermato che questo problema costerà circa $ 5,5 miliardi, escluso il danno reputazionale che sta subendo, in particolare con l’Airbus A350 che continua ad accumulare ordini, ultimo in ordine di tempo da Qantas che l’ha scelto per il suo progetto Sunrise, a competere era proprio il B787.