American Airlines

Il ‘volo’ di American Airlines verso il net-zero

Tempo di lettura 2 minuti

La scorsa estate, American Airlines si è impegnata a sviluppare un obiettivo intermedio basato sulla scienza per la riduzione delle emissioni di gas serra, è stata la prima compagnia aerea del Nord America a farlo.

Oggi condivide l’iniziativa di Science-Based Targets (SBTi), che definisce e promuove le migliori pratiche negli obiettivi di riduzione delle emissioni. SBTi ha approvato l’obiettivo di AA del 2035, lo definisce coerente con i livelli richiesti per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Ciò rende American la prima compagnia aerea al mondo con un obiettivo scientifico approvato da SBTi.

Un obiettivo basato sulla scienza è quello che si allinea al livello che gli scienziati del clima prevedono sia necessario per mantenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2 gradi Celsius. 

SBTi lo spiega meglio: gli obiettivi basati sulla scienza forniscono un percorso chiaramente definito per ridurre le emissioni di gas serra, verificando che gli obiettivi aziendali siano allineati con ciò che la scienza più recente ritiene necessario per prevenire i peggiori impatti dei cambiamenti climatici.

L’SBTi ha valutato la richiesta della compagnia aerea rispetto a una serie di criteri rigorosi per valutare se corrisponde agli sforzi per limitare il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2° Celsius rispetto ai livelli preindustriali. Quasi 3.000 aziende in tutto il mondo si sono impegnate a fissare obiettivi basati sulla scienza e poco più di 1.300 hanno obiettivi approvati da SBTi.

Cosa significa per American Airlines

L’obiettivo scientifico di American è quello di ridurre le emissioni di gas serra per unità di carico utile di passeggeri e merci trasportate dalla compagnia aerea, del 45% entro il 2035, rispetto a una linea di base del 2019. Questo obiettivo intermedio servirà da checkpoint sulla strada per il 2050, quando American punta a diventare una compagnia aerea a zero emissioni.

Nel fissare questo obiettivo, la compagnia aerea si impegna a ridurre sia le emissioni dirette, che provengono principalmente dal carburante degli aerei utilizzato in volo, sia le emissioni dalla produzione del carburante utilizzato dalla compagnia aerea.

American si impegna inoltre a ridurre del 40% le emissioni dalla produzione dell’elettricità acquistata dalla compagnia aerea (Scope 2) entro il 2035, sempre con una baseline 2019. Le emissioni di Scope 2 sono una piccola parte delle emissioni complessive di GHG, ma un obiettivo importante per ridurre gli impatti del riscaldamento globale.

Il raggiungimento dell’obiettivo del 2035 richiederà una concentrazione continua e uno sforzo concertato da parte dell’intera compagnia aerea per attuare la propria strategia di sostenibilità. Il successo dipenderà da una serie di soluzioni, alcune controllate dalla compagnia aerea, come il rinnovo della flotta e l’efficienza operativa, e altre no, come la disponibilità di carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) e lo sviluppo di aeromobili di prossima generazione.

La responsabilità è una componente chiave. Mentre American si avvia verso il 2035, la compagnia aerea seguirà e riferirà i progressi su base annuale nel suo rapporto ESG.

Cosa significa per l’aviazione

American è la prima compagnia aerea al mondo con un obiettivo scientifico approvato, ma non sarà l’ultima.

Attualmente, 16 compagnie aeree di tutto il mondo, tra cui il partner IAG in Europa e un paio di concorrenti statunitensi, si sono anche impegnate a fissare obiettivi basati sulla scienza. Nonostante le difficili sfide che tutte le compagnie aeree devono affrontare per ridurre le emissioni in un’attività ad alta intensità di carbonio, questi impegni sono una testimonianza della volontà collettiva dell’industria aeronautica di creare un futuro in cui l’impatto del trasporto aereo sull’ambiente sia molto inferiore a quello attuale.

Per saperne di più

Per saperne di più sulle azioni che l’America sta intraprendendo per ridurre le emissioni e raggiungere i suoi obiettivi di sostenibilità, visita aa.com/sustainability .