British Airways

easyJet e British Airways: chi offre di più?

  • 2 anni fa
  • 2minuti

British Airways 1200 euro (£1000 circa) ai new entrant ‘ready’, easyJet 1200 euro a tutto il personale di volo anche stagionale.

La decisione di easyJet e’ stata preceduta da quella di British Airways, entrambe le compagnie hanno una carenza di personale importante, nel Regno Unito i due competitors se lo contendono, in una corsa ad ostacoli verso la stagione più complicata e trafficata dell’anno ed il tempo sta per scadere, la S22 e’ alle porte e tecnicamente e’ già iniziata.

Stessa cifra con due sole differenze, easyJet ha esteso il bonus a tutto il personale UK ed europeo gia assunto e new entrant e la modalità/tempistica di erogazione.

British Airways: £ 1.000 come “bonus di benvenuto” al personale di bordo security clearances valida, quindi con licenza e pronti al volo in breve tempo, più nel dettaglio con permessi già emessi per operare dagli aeroporti (ID airside) di Heathrow o Stansted.

“Per i candidati a cui viene offerto con successo un ruolo attraverso questa campagna, offriamo un bonus di benvenuto di £ 1.000 – pagato in due rate – £ 500 dopo i primi tre mesi, £ 500 dopo sei mesi di ruolo”, si legge nell’annuncio dì British Airways.

Il tempo necessario per ottenere l’ID airside in UK può arrivare fino a 15 settimane.

Un problema anche per easyJet, infatti il suo CEO ha ammesso la carenza di personale, giustificandola, in parte, per l’attesa che il Dipartimento dei trasporti dia il permesso a circa 100 new entrant per iniziare a lavorare: “C’è un arretrato e al momento stiamo aspettando che circa 100 membri dell’equipaggio di cabina ottengano i loro documenti. C’è un ritardo di tre settimane su questo. Ciò ha avuto un impatto. Se fossero state rilasciate in tempo, avremmo visto meno cancellazioni”.

Ma il governo ha negato che ci siano ritardi: “Non ci sono assolutamente ritardi nel controllo di sicurezza dei candidati”, ha affermato. È sbagliato suggerire il contrario e diamo la priorità alle applicazioni di controllo dell’industria aeronautica. Spetta all’industria aeronautica gestire le risorse negli aeroporti e le assenze del personale, soprattutto nei periodi di punta dell’anno”.

Non si può non pensare, nonostante i complimenti a Peter per la lettera, che easyJet stia anche tentando di evitare una fuoriuscita di personale, verso British Airways ed anche Wizz Air UK.