British Airways

Phillips 66 consegna primo lotto SAF a British Airways

  • 2 anni fa
  • 5minuti

British Airways ha preso in consegna il primo lotto di carburante sostenibile per l’aviazione prodotto da Phillips 66 Limited, diventando così la prima compagnia aerea al mondo a iniziare a utilizzare SAF prodotto su scala commerciale nel Regno Unito.

La Phillips 66 Humber Refinery vicino a Immingham sta producendo migliaia di tonnellate di SAF che ora contribuiranno ad alimentare una serie di voli British Airways, British Airways lo aggiungerà all’infrastruttura del gasdotto esistente che alimenta direttamente diversi aeroporti del Regno Unito, tra cui Londra Heathrow.

Il carburante sostenibile per l’aviazione acquistato da British Airways sarà sufficiente per ridurre la CO2 di quasi 100.000 tonnellate, sufficienti per alimentare 700 voli a zero emissioni nette di CO2  tra Londra e New York con il Boeing 787.

Entrambe le società supportano i piani del governo per un futuro mandato SAF e un modello di business per investire in progetti avanzati di rifiuti per jet fuel attraverso la partecipazione al Jet Zero Council Delivery Group del Dipartimento dei trasporti. British Airways continua inoltre a collaborare con il governo sui modi per fornire certezza agli investitori per aiutare il Regno Unito a essere un leader nella produzione di SAF.

International Airlines Group (IAG), la società madre della compagnia aerea, sta investendo 400 milioni di dollari nei prossimi 20 anni nello sviluppo di SAF e British Airways ha già avviato partnership con diverse società per sviluppare impianti e acquistare il carburante sostenibile.

Sean Doyle, Presidente e Amministratore delegato di British Airways, ha dichiarato: “Essere la prima compagnia aerea a procurarsi carburante sostenibile per l’aviazione prodotto su scala commerciale nel Regno Unito è un altro momento di svolta per noi e per l’industria aerea. Le nostre forniture di SAF da Phillips 66 Limited ci consentiranno di progredire con la nostra ambiziosa tabella di marcia per raggiungere emissioni nette di carbonio pari a zero entro il 2050 o prima e giocheranno un ruolo nel nostro impegno, come parte dell’International Airlines Group (IAG), di alimentare 10 % di voli con SAF entro il 2030.

“Il progresso dello sviluppo e della crescita commerciale del carburante sostenibile per l’aviazione sarà un punto di svolta e cruciale per ridurre la dipendenza del settore dell’aviazione dai combustibili fossili e migliorare la resilienza dell’approvvigionamento energetico del Regno Unito. Sono fiducioso che la Gran Bretagna possa assumere un ruolo di primo piano sulla scena globale in questo spazio, creando posti di lavoro ecologici e opportunità di esportazione, se l’industria, gli sviluppatori e il governo continueranno a collaborare e ne faranno un’area di interesse chiave”, conclude Sean Doyle.

Darren Cunningham, Lead Executive UK e General Manager Humber Refinery, ha dichiarato: “La Philips 66 Humber Refinery è orgogliosa di fornire a British Airways carburante sostenibile per l’aviazione. Siamo stati i primi nel Regno Unito a co-processare oli usati per produrre combustibili rinnovabili e ora saremo i primi a produrre SAF su larga scala. Attualmente stiamo raffinando quasi mezzo milione di litri di materie prime per rifiuti sostenibili al giorno, e questo è solo l’inizio. La collaborazione strategica e l’accordo di fornitura confermano l’impegno di ciascuna azienda per un futuro a basse emissioni di carbonio. La produzione di SAF è solo uno dei numerosi progetti di decarbonizzazione che stiamo attualmente portando avanti e siamo entusiasti del ruolo che svolgiamo nel fornire al Regno Unito i combustibili di cui ha bisogno, sia ora che in futuro”.

Il segretario ai trasporti Grant Shapps ha dichiarato: “È fantastico vedere che British Airways è la prima compagnia aerea al mondo che ha iniziato a utilizzare carburante sostenibile per l’aviazione prodotto su larga scala nel Regno Unito, un’importante pietra miliare verso i nostri ambiziosi obiettivi Jet Zero. Il fatto che venga prodotto qui nel Regno Unito è una perfetta dimostrazione di come la Gran Bretagna continui a essere un pioniere nello sviluppo di tecnologie per l’aviazione verde e il governo raggiungerà il suo obiettivo zero netto per il 2050. Possiamo creare migliaia di posti di lavoro ecologici riducendo l’impatto che il volo ha sull’ambiente, così possiamo continuare a connetterci e viaggiare in modo più ecologico”.

I clienti possono ora unirsi a British Airways nel suo viaggio per raggiungere lo zero netto entro il 2050 attraverso l’app del menu Speedbird Café a bordo. 

I clienti possono ora unirsi a British Airways nel suo viaggio per raggiungere lo zero netto entro il 2050 attraverso l’app del menu Speedbird Café a bordo. 

È possibile trovare una nuova categoria nella scheda BA Better World denominata “Contribuisci alle compensazioni di carbonio“, in cui i clienti sui voli europei a corto raggio possono aiutare a finanziare progetti di riduzione del carbonio in tutto il mondo. Il contributo di £ 2,50 rappresenta la compensazione del carbonio di un volo medio di andata e ritorno in Europa British Airways per cliente e i fondi vengono investiti in  progetti verificati di riduzione e prevenzione delle emissioni di CO 2 .

Lanciando BA Better World nel settembre 2021, British Airways si è impegnata a creare un futuro migliore e più sostenibile, con particolare attenzione alle persone, al pianeta e al business responsabile. Oggi la compagnia aerea pubblica il suo ultimo rapporto sulla sostenibilità che ripercorre le pietre miliari e i risultati dell’ultimo anno e ha anche lanciato le sue nuove docuserie sulla sostenibilità, con il primo video dedicato a SAF. 

Il rapporto può essere trovato qui