Aeroporto di Bergamo Orio Al Serio

Bergamo e la sua “Ryanair”

Tempo di lettura 4 minuti

Oggi l’Aeroporto di Bergamo (SACBO) e Ryanair, festeggiano il ventennale del primo volo della LCC ad Orio Al Serio, non è un caso che oggi sia proprio San Valentino, l’amore tra Michael e SACBO si è consolidato nel tempo…

Oggi Bergamo è la base europea più importante di Ryanair dopo Dublino, e grazie a Ryanair lo scalo di Bergamo è diventato il terzo scalo aeroportuale italiano, superando l’aeroporto di Venezia Marco Polo.

La scommessa della strategia low cost di Bergamo, inizia a prendere forma poco dopo l’11 settembre 2001, l’attentato alle torri gemelle di New York, causa quella che prima della pandemia di Covid-19, fu considerata la più grande e grave crisi del settore aereo.

Il corteggiamento di SACBO verso Ryanair era già stato avviato e proprio in questa fase si raggiunse un accordo che pochi mesi dopo, il 14 febbraio 2002, portò a Bergamo il primo volo Ryanair.

Ryanair inaugura in un modo del tutto originale le operazione, con un volo da Francoforte Hahn con 80 giovani coppie di fidanzati tedeschi, 2 mesi dopo iniziano le operazioni regolari con il volo Londra STN – Bergamo.

La base Ryanair di Bergamo aprì un anno dopo, i numeri e la capacità dimostrata del team dello scalo bergamasco durante la chiusura dello scalo di Linate nell’agosto del 2002 , quando tutti i voli su Linate furono operati da Bergamo, convinsero Ryanair e il 6 febbraio 2003, fu lo stesso Michael O’Leary ad inaugurare la nuova base.

Ryanair da quel 6 febbraio, ha continuato a crescere, nel 2010 raggiunge i 25 milioni di passeggeri trasportati, oggi ha superato quota 114 milioni, nel 2019 i passeggeri di Ryanair a BGY sono stati 11.177.014 su un totale di 13.975.201, ovvero l’81% dei passeggeri di Orio.

In questi anni Ryanair ha deciso di far diventare Bergamo non solo una base per aeromobili e crew, ma con ben 5 hangar, due dei quali in fase di realizzazione e il contributo di SEAS.

Un Boeing B737 MAX-8 Gamechanger di Ryanair a Bergamo Orio al Serio BGY

Bergamo è un importante base di manutenzione dei suoi aeromobili, sempre a Bergamo sono arrivati i primi nuovi B737 MAX-8 “Gamechanger”, a confermare quando Bergamo sia strategica e le la dimostrazione dell’alto livello di competenze del team SEAS, ormai partner storico di Ryanair.

Sempre a Bergamo è stata realizzata l’accademia per la formazione di Assistenti di Volo e piloti, che conta oggi ben due simulatori di volo.

Cosa ricorda Michael O’Leary di quel giorno, lo racconta lui stesso in un intervista di qualche giorno fa all’Eco di Bergamo: “La prima volta che ho visto l’aeroporto ho pensato sinceramente che sarebbe stato difficile farlo funzionare, ricordo un corridoio buio e pochi desk, ma poi si è rivelata una storia bellissima che ci ha visti crescere insieme a diventare la compagnia numero uno in Italia, portando Orio al terzo posto tra gli scali. Se ci ripensoè stata davvero una sfida notevole, una crescita incredibile per entrambi, e e questo ci riempie di gioia“.

“Un anniversario importante per l’aeroporto, per Ryanair, per Sacbo, e per la città di Bergamo – dichiara Emilio Bellingardi, direttore generale di Sacbo – L’aver intercettato e intuito il nuovo modello di business legato al trasporto aereo vent’anni fa ha determinato un cambiamento epocale, di cui l’aeroporto di Milano Bergamo è stato protagonista e che si è diffuso con indubbi benefici su tutto il territorio nazionale. Del resto, il modello proposto da Ryanair è stato un precursore del processo di digitalizzazione ormai invocato per molti settori”.

Emilio Renato Angelo Bellingardi, Managing Director at BGY Airport, che ringrazio per il libro “Bergamo e il suo aeroporto” che è stato utile per realizzare questo articolo e da cui ho preso spunto per il titolo, ha condiviso oggi questo bellissimo video, che racconta in immagini, lo stretto legame tra Ryanair e SACBO, ma anche l’amicizia tra lui e Michael O’Leary

Michael O’Leary, CEO di Ryanair, ha dichiarato: “Oggi celebriamo 20 anni dal nostro primo “Love flight” per Milano Bergamo con il più grande operativo di sempre, offrendo a cittadini ed ai visitatori di Bergamo 109 rotte (3 nuove) verso destinazioni entusiasmanti come Corfù, Madeira, Cefalonia e Valencia. Insieme a Sacbo abbiamo scritto un’entusiasmante storia di successo fatta di passione e duro lavoro. Continueremo a lavorare insieme per fornire un’ulteriore crescita. Ryanair è uno dei maggiori investitori esteri in Italia: solo a Bergamo abbiamo fatto un investimento di oltre 2 miliardi di dollari, sostenendo oltre 900 posti di lavoro nell’aviazione altamente retribuiti e oltre 8.600 posti di lavoro indiretti. La storia d’amore di 20 anni tra Ryanair e Bergamo continua!! Ti amiamo Bergamo!

Aeroporto di Bergamo

Oggi lo scalo di Bergamo è il terzo aeroporto per traffico passeggeri in Italia, con un infrastruttura aeroportuale che continua a crescere, con nuovi spazi per i passeggeri, ma non solo.

Bergamo si distingue da altri aeroporto per molti aspetti, perché nonostante sia un aeroporto low cost, il livello dei servizi dello scalo di Orio, sono nettamente superiori rispetto ad altri aeroporto con la stessa tipologia di traffico, grande attenzione in fase progettuale è stata data ai flussi dei passeggeri all’interno del terminal, che troveranno non solo negozi e due aeree ristoro nelle zone partenze, una delle quale dedicata ai prodotti locali, ma per i passeggeri più piccoli delle toilette dedicate, chi necessità di un assistenza speciale ha invece una sala a loro dedicata che non è una stanzetta, ma una vera e propria piccola lounge.

Senza contare poi i servizi per i passeggeri business, come la lounge ‘Hello Sky’.