Aviazione USA

I vettori USA “temono” seriamente il 5G

Tempo di lettura 3 minuti

Domani (19/01/2022) AT&T e Verizon attiveranno la rete 5G, le principali compagnie aeree statunitensi continuano ad essere allarmate che il 5G potrebbe mettere a terra alcuni aerei e causare il caos.

In una prima fase saranno esclusi alcuni aeroporti “critici” dove le procedure di avvicinamento strumentale sono più utilizzate, le compagnie aeree hanno avvertito che il nuovo servizio C-Band 5G potrebbe rendere inutilizzabile un numero significativo di aeromobili widebody.

potrebbe potenzialmente arenare decine di migliaia di americani all’estero” e causare “caos” per i voli statunitensi, hanno scritto in una lettera letta dall’agenzia Reuters.

A meno che gli aerei (diversi modelli) nei principali aeroporti non vengano autorizzati a volare in sicurezza dalla FAA, quasi la maggioranza rimarranno a terra, hanno scritto gli amministratori delegati di American Airlines, Delta Air Lines, United Airlines, Southwest Airlines e altri.

“Ciò significa che in un giorno come ieri, più di 1.100 voli e 100.000 passeggeri sarebbero soggetti a cancellazioni, deviazioni o ritardi”, avvertono nella lettera, infatti stanno valutando se iniziare a cancellare alcuni voli internazionali che dovrebbero arrivare negli Stati Uniti mercoledì.

È necessario un intervento immediato per evitare interruzioni operative significative ai passeggeri aerei, ai caricatori, alla catena di approvvigionamento e alla consegna delle forniture mediche necessarie“, le restrizioni sui voli non saranno limitate alle operazioni in condizioni meteorologiche avverse, avvertono: “Più sistemi di sicurezza moderni sugli aerei saranno ritenuti inutilizzabili causando un problema molto più grande di quello che sapevamo … I produttori di aeroplani ci hanno informato che ci sono enormi porzioni della flotta operativa che potrebbero dover essere messe a terra a tempo indeterminato”.

United Airlines ha avvertito separatamente, riferisce Reuters. che il problema potrebbe interessare più di 15.000 dei suoi voli, 1,25 milioni di passeggeri e tonnellate di merci all’anno. “restrizioni significative sui 787, 777, 737 e sugli aerei regionali nelle principali città come Houston, Newark, Los Angeles, San Francisco e Chicago”.

L’amministratore delegato di JetBlue Airways, Robin Hayes, ha dichiarato lunedì ai dipendenti (fonte:Reuters) che il previsto lancio del nuovo servizio 5G è destinato a “stressare ulteriormente il nostro già fragile sistema”, riferendo anche che la compagnia aerea si sta preparando al “peggio” quando il nuovo servizio e le nuove restrizioni sui voli entreranno in vigore. “Anche se faremo del nostro meglio per evitare interruzioni ai clienti, non saremo in grado di evitare l’impatto di ciò, inclusi ritardi significativi dei voli, cancellazioni e deviazioni nei voli a bassa visibilità”. [aggiornamento 10:20 18/1/2022]

FAA

La Federal Aviation Administration ha pubblicato l’ elenco dei 50 aeroporti che disporranno di zone cuscinetto che AT&T e Verizon dovranno rispettare con l’attivazione del 5G il 19 gennaio.

La FAA ha affermato che “continuerà a garantire che il pubblico viaggiante sia al sicuro mentre le società wireless implementano il 5G. La FAA continua a lavorare con l’industria aeronautica e le società wireless per cercare di limitare i ritardi e le cancellazioni dei voli legati al 5G”.

La FAA ha dichiarato di aver autorizzato circa il 45% della flotta di aerei commerciali statunitensi ad eseguire atterraggi a bassa visibilità in molti aeroporti in cui sarà attivato il 5G e si aspettano di autorizzarne altri entro oggi, le compagnie aeree però fanno notare che in questo elenco non sono compresi alcuni dei più grandi aeroporti degli Stati Uniti.

Sembrava che il compromesso alla “francese”, con la FAA che ha inserito in una lista gli aeroporti più “delicati” dove le operazioni strumentali sono più intense a causa della loro posizione e condizioni meteo potesse essere la soluzione.

Boeing

“Con le restrizioni proposte in aeroporti selezionati, l’industria dei trasporti si sta preparando a qualche interruzione del servizio. Siamo ottimisti sul fatto che possiamo lavorare in tutti i settori e con il governo per finalizzare soluzioni che mitighino in sicurezza il maggior numero possibile di impatti sugli orari“, ha riferito in una nota lunedì.

L’azione è urgente, aggiungono le compagnie aeree nella lettera, “per essere sinceri, il commercio della nazione si fermerà”.

La lettera è stata inviata al direttore del Consiglio economico nazionale della Casa Bianca Brian Deese, al segretario ai trasporti Pete Buttigieg, all’amministratore della FAA Steve Dickson e alla presidente della Federal Communications Commission (FCC) Jessica Rosenworcel.