Covid-19 Regno Unito UK

UK, eliminato test pre-partenza, rapido entro il secondo giorno

Tempo di lettura < 1 minuto

Il governo inglese guidato da Boris Johnson ha confermato la rimozione dei requisiti per i test pre-partenza per i passeggeri completamente vaccinati che viaggiano in Inghilterra, per ora rimangono i requisiti in Galles, Scozia ed Irlanda del nord.

Entro il secondo giorno dall’arrivo, non sarà più obbligatorio effettuare un test PCR, sarà sufficiente un test rapido, eliminato inoltre l’autoisolamento, le misure entreranno in vigore il…

Le misure entreranno in vigore alle 4 del mattino di venerdì 7 gennaio, il test da effettuare entro 48 ore dall’attivo si potranno prenotare a partire dallo stesso giorno.

Per i non vaccinati permangono le restrizioni attualmente in vigore con isolamento.

Annunciando i cambiamenti alla Camera dei Comuni, il primo ministro Boris Johnson ha dichiarato: “Quando è stata identificata per la prima volta la variante Omicron abbiamo giustamente introdotto restrizioni di viaggio per rallentarne l’arrivo nel nostro Paese. Ma ora Omicron è così diffuso che queste misure stanno avendo un impatto limitato sulla crescita dei casi, pur continuando a comportare costi significativi per il nostro settore dei viaggi. Tutte queste misure sono un modo equilibrato e proporzionato per garantire che possiamo convivere con Covid senza abbassare la guardia. E possiamo farlo solo grazie alla più grande e veloce campagna di richiamo in Europa”.

Sarà più semplice viaggiare in Inghilterra, anche se molti turisti aspetteranno ancora per viaggiare verso il Regno Unito, vista la politica adottata in UK in merito alle misure di prevenzione del contagio e la diffusione del virus ancora elevata, situazione che sta portando, nonostante i contagi siano ora in calo, gli ospedali al limite.

Aeroporti e compagnie aeree del Regno Unito plaudono la decisione del governo.

Tutte le informazioni sulle restrizioni covid-19 UK e sulle regole di ingresso qui

Translate