Covid-19 Europa UE

Omicron indebolisce vendite a breve termine, resiste la S22

Tempo di lettura 2 minuti

L’allarme soprattutto mediatico, della nuova variante Covid-19 Omicron, sta rallentando la domanda per i prossimi mesi invernali nel breve termine, come confermato da CEO di easyJet questa mattina, rimane forte la domanda per la prossima stagione estiva.

Un allarme giustificato, ma su cui troppo si è discusso, creando allarmismo ingiustificato, senza sapere in effetti quali reali rischi porta con sè questa variante, rischi che al momento sembrano molto bassi, spiegano gli esperti.

Nel frattempo il Regno Unito si è isolato nuovamente, il tampone PCR obbligatorio in ingresso e l’autoisolamento fino al risultato, rende di fatto non conveniente viaggiare in UK.

La Spagna ha inoltre vietato l’ingresso dei non vaccinati dal Regno Unito, questo di fatto rallenta la corsa verso capacità aggiuntiva dal Regno Unito verso la Spagna.

L’intera Europa nel frattempo non vieta alcun spostamento tra paesi intra UE, il traffico regge in questo mercato, si blinda solo dagli arrivi dai paesi a più alto rischio, come è giusto fare in prima battuta, per predisporre adeguate misure e fare tutte le valutazioni del caso.

Da segnalare al momento solo il Portogallo, dal 1° dicembre sarà obbligatorio per i passeggeri in arrivo nel Paese, indipendentemente dal loro stato di vaccinazione, presentare un test con esito negativo. I viaggiatori possono eseguire un test Pcr o un ‘lateral flow test’.     

La prospettiva quindi non è così pessimistica, se non ancora per il Regno Unito, dove permane l’assoluta incertezza di una ripresa e rende il mercato UK “inaffidabile” per basare la ripresa del settore aereo.

La stessa easyJet ammette di “essere salva” grazie al mercato UE.

Michael O’Leary CEO di Ryanair è stato ottimista oggi in una conferenza stampa a Lisbona, quando ha suggerito che la compagnia aerea non annullerà voli a causa dì Omicron, ma ciò non significa che i potenziali clienti, spaventati dal clamore intorno alla nuova variante del virus, non annulleranno i piani di viaggio.

Ryanair non sfuggirà all’impatto, ma potrebbe essere in grado di sopportare meglio dei suoi concorrenti.