easyJet

La nuova strategia di easyJet

Tempo di lettura 10 minuti

easyJet ha dato la priorità a sei iniziative strategiche che continueranno a sfruttare i vantaggi strutturali nel mercato dell’aviazione europeo e consentiranno di guidare la ripresa al ritorno dei viaggi.

La strategia di rete, l’eccellenza del cliente, un evoluzione del prortafoglio prodotti, easyJet holiday, la focalizzazione sui costi e la sostenibilità.

Queste iniziative, sostenute dalla sicurezza operativa e digitale e da una continua attenzione alle persone, secondo easyJet, porteranno a un forte ritorno per gli azionisti.

Strategia di rete

easyJet ha una forte rete di prime posizioni numero uno e numero due ed ora anche numero tre, negli aeroporti principali, che si è dimostrato tra i più alti rendimenti sul mercato. 

Questo consente, si legge nella nota a corredo dei risultati del FY21, ad easyJet di essere efficienti con le scelte di rete, con un’enfasi sulla massimizzazione dei rendimenti

easyJet ha riassegnato 43 velivoli a basi di ritorno più alte, evidenziando come in effetti non stiamo parlando di nuovi aerei ma di una semplice riallocazione, che permetteranno secondo i piani della compagnia, rendimenti più elevati, lo sarà sicuramente per le basi spagnole e portoghesi, dove i costi sono notevolmente più bassi rispetto alle altre basi europee.

easyJet è intenzionata a rafforzare queste posizioni man mano che il panorama competitivo si evolve, come dimostrato a Londra Gatwick, dove sta aumentando la quota di mercato dopo aver riallocato gli aerei in questa base ad alto rendimento insieme all’aggiunta di nuovi slot. 

La portata e la flessibilità della nostra rete continueranno a fornirci opportunità di trarre vantaggio dall’evoluzione del panorama competitivo durante la fase di ripresa. La rete di easyJet non ha rivali ed è difficile da replicare. Abbiamo un’opportunità d’oro per continuare a conquistare quote di mercato dai nostri principali concorrenti, che volano con 120 milioni di posti nei nostri mercati e stanno affrontando sfide. Come risultato di queste sfide, si stanno concentrando sul lungo raggio mentre ristrutturano e ridimensionano le loro operazioni a corto raggio.” si legge nella nota.

Per catturare meglio la domanda estiva per il tempo libero, easyJet ha aperto basi stagionali a Malaga e Faro il 1 giugno 2021, aggiungendosi a Palma che era già una base stagionale esistente. 

Tutte e tre le basi stagionali si stanno espandendo con l’aggiunta di ulteriori velivoli per l’estate 22. La flotta basata sulla destinazione, che include anche Barcellona, ​​sta aumentando da 9 nell’anno finanziario 2019 a 21 nell’anno finanziario 2022. 

Queste basi operano rotte per il tempo libero con aeromobili nell’aeroporto di destinazione anziché nel mercato di origine. Ciò consente a easyJet di gestire i profili della domanda stagionale riducendo la nostra base di costi fissi durante l’inverno. Questo approccio offre la flessibilità di trasferire la capacità su più mercati di origine con breve preavviso senza alcun impatto sul nostro personale.

La strategia di rete mirata può essere riassunta come segue:

1. Leader nei nostri mercati principali

easyJet dà la priorità agli aeroporti con limitazioni di slot (Malpensa esclusa) poiché sono i luoghi in cui i clienti vogliono volare da e verso. easyJet di prefigge di mantenere alta l’attenzione sulla leadership nazionale nel Regno Unito, in Francia e in Svizzera e un attenzione sulle città nei Paesi Bassi, in Italia e in Germania. 

2. Accelerare gli investimenti in Destination Leaders

Ci baseremo sulla nostra attuale posizione di leader nelle principali destinazioni per il tempo libero dell’Europa occidentale per fornire ampiezza e flessibilità della rete. Ciò sbloccherà anche vantaggi in termini di costi, consentendoci di gestire la stagionalità e supportare la crescita di easyJet holidays. Garantisce inoltre che easyJet rimanga al primo posto per i clienti ed è considerata la “compagnia aerea locale” per i governi e gli albergatori.

3. Costruire la rete in Focus Cities

easyJet sta costruendo una rete di città chiave, ampliando la presenza in tutta Europa. Questo è un modo a basso rischio di servire i grandi mercati di origine. Baseremo le risorse in Focus Cities dove ha senso dal punto di vista dei costi. 

Eccellenza del cliente

easyJet mira a fornire un percorso del cliente senza interruzioni e abilitato digitalmente in ogni fase:

Area Check.in easyJet a Parigi CDG

Prima del viaggio

La nostra strategia “direct is best” è guidata dai nostri canali digitali, con una mentalità app/mobile first. Le iniziative includono l’ottimizzazione della nostra interfaccia di prenotazione web; guidare l’utilizzo dell’app e migliorare l’esperienza complessiva; migliorare la gestione delle prenotazioni self-service come la modifica dei dettagli dei passeggeri o la prenotazione dei bagagli; migliorare la gestione dei riscatti online come i voucher; sviluppare la piena capacità di pre-ordine per la vendita al dettaglio a bordo; e innovazione dei pagamenti. Per aiutare i nostri clienti a navigare attraverso le regole di viaggio Covid-19, abbiamo lanciato il Covid-19 Travel Hub in 9 lingue, fornendo uno sportello unico per tutte le informazioni necessarie ai clienti per prepararsi al viaggio, incluso un facile accesso ai test Covid-19 a tariffe negoziate.

In aeroporto

Spostare i clienti dal marciapiede all’aereo senza bisogno di interazione umana. Ciò comporta il miglioramento dell’imbarco al fine di migliorare il CSAT e ridurre le code, cosa in cui la nostra nuova politica sul bagaglio a mano sta aiutando. 

Semplificare l’esperienza di consegna e imbarco dei bagagli, costruire un modello di viaggio del cliente a Gatwick per il lancio in altri aeroporti e spingere per soluzioni virtuali sta migliorando l’esperienza del cliente negli aeroporti serviti da easyJet.

In volo

Ci impegniamo a migliorare le prestazioni in tempo reale (OTP) – in tempo, ogni volta. Questo viene fatto gestendo i fornitori, potenziando l’equipaggio, implementando la pianificazione ATC pre-tattica e strategica, eseguendo revisioni operative di base, costruendo una visualizzazione dei dati a livello di cliente per abilitare offerte mirate come la vendita al dettaglio in volo e rivedendo il ciclo di vita del CRM per un coinvolgimento più rilevante del cliente .

Supporto

Miriamo a fornire ai clienti gli strumenti digitali per un facile self-service quando le cose non vanno secondo i piani o per impegnarsi dopo il volo. Come parte di questa iniziativa, abbiamo fornito uno strumento avanzato di Self-Service Disruption Management (SSDM) per consentire ai clienti di eseguire rapidamente il self-service in caso di interruzione; abbiamo introdotto la funzionalità chatbot che consente ai clienti di ricevere informazioni concise su misure di biosicurezza, rimborsi, voucher e restrizioni di viaggio senza dover parlare con un agente del servizio clienti. Abbiamo lanciato una nuova strategia sui social media, offrendo ai nostri clienti più canali per contattarci, aumentando al contempo il loro coinvolgimento con noi attraverso contenuti più pertinenti e stimolanti.

Le azioni svolte nell’ambito dell’iniziativa di eccellenza del cliente includono:

  • Promessa di protezione: offrire ai clienti la flessibilità di cui avevano bisogno per essere sicuri di prenotare durante l’incertezza delle restrizioni di viaggio in continua evoluzione, questo include il trasferimento gratuito dei voli fino a due ore prima della partenza
  • Tutti i voucher di volo easyJet possono essere riscattati online, rapidamente e facilmente quando si effettua una prenotazione
  • Il   tempo di elaborazione dei rimborsi è stato ulteriormente ridotto per garantire che i clienti ricevano i loro soldi il più rapidamente possibile
  • Il lancio dei nostri chatbot, che danno ai clienti l’opportunità di ottenere risposte alle loro domande in modo rapido e semplice senza dover alzare il telefono

Nel FY’21, On Time Performance è aumentato di 3 punti percentuali all’87%. Ciò riflette i progressi che stiamo facendo per partire “in tempo, ogni volta”. Questo è di fondamentale importanza per la nostra efficienza operativa, così come per la soddisfazione del cliente. 

OTP % arrivi entro 15 minuti (5)Q1Q2Q3Q4FY’21
Rete 202194%91%91%84%87%
Rete 202080%82%83%94%84%

Evoluzione del portafoglio prodotti

easyJet riconosce che la continua evoluzione del portafoglio di prodotti rappresenta un’opportunità significativa per aumentare i ricavi per posto e i margini nei prossimi anni. Durante l’anno finanziario 2021 abbiamo lanciato una serie di prodotti, tra cui:

  • Standard Plus: include la selezione del posto davanti, l’accesso a EasyJet Plus Bag Drop, Speedy Boarding, un bagaglio a mano e un bagaglio a mano aggiuntivo sotto il sedile in un’unica tariffa easy.
  • Bagaglio a mano: acquistato insieme a un posto premium o standard che consente di portare a bordo dell’aeromobile un bagaglio di grandi dimensioni.
  • Tariffa Leisure (Essentials): include un posto standard e un bagaglio da stiva da 23 kg.

Gli Amministratori ritengono che la continua evoluzione del portafoglio di prodotti del Gruppo offra l’opportunità di aumentare la spesa per cliente, offrendo rendimenti sostenibili maggiori. Le prestazioni iniziali di questi prodotti sono state molto incoraggianti, con una spesa significativa per cliente osservata.

Sono state evidenziate ulteriori opportunità all’interno dell’offerta di prodotti easyJet, che verranno fornite nel corso del prossimo anno

Inflight retail

Il nuovo marchio e proposta al dettaglio dovrebbe essere lanciato nel secondo semestre dell’anno finanziario 2022. Ciò comporterà l’approvvigionamento diretto e l’appalto per la nostra offerta di vendita al dettaglio a bordo. 

easyJet ha stretto una partnership con dnata e mira a migliorare la proposta ai clienti, offrendo un’esperienza di acquisto prima e durante il volo.

easyJet holidays

Il Gruppo sta continuando a costruire sul successo del lancio di easyJet holidays, la compagnia di vacanze in più rapida crescita in Europa (è anche la più giovane), che offre pacchetti vacanza flessibili ai migliori prezzi. 

I clienti sono attratti dal marchio easyJet, la scelta di partire dal Regno Unito non è stata fatta a caso, anche per la tipologia di clienti, diversa da quella europea.

Il 40% delle vendite di easyJet holidays sono di già clienti easyJet che prima acquistavano il volo easyJet ed il soggiorno in un altro portale.

Le prenotazioni delle vacanze easyJet sono sostenute da una “Promessa di protezione” leader del settore che ha permesso al Gruppo di trattenere oltre il 60% dei clienti le cui vacanze sono state colpite dalla pandemia di Covid-19 nell’anno fiscale 21. easyJet holidays compensa anche le emissioni di carbonio direttamente associate alle sue vacanze: il carburante utilizzato dai voli e dai trasferimenti, oltre all’energia derivante dai soggiorni in hotel.

Solide partnership con i principali hotel senza la necessità di impegni finanziari o rischi di inventario. Il 63% delle prenotazioni è con hotel convenzionati direttamente e durante l’anno fiscale 21, il Gruppo ha firmato oltre 40 hotel ammiraglia sulla spiaggia che in precedenza erano in esclusiva con i concorrenti. Ciò ottimizza ulteriormente il portafoglio di easyJet Holidays, stabilendo anche la connettività con alcune delle più grandi catene alberghiere del mondo, tra cui Hilton, Accor, Radisson e Intercontinental Hotel Group, per migliorare la gamma dell’offerta delle nostre città.

Riflettendo la forza del modello di business di easyJet holidays e le significative opportunità di crescita della quota di mercato, il Gruppo vede una chiara tabella di marcia per easyJet Holidays che contribuisce all’utile annuo ante imposte superiore a £ 100 milioni. Il nostro business delle vacanze ha un modello di business altamente scalabile basato su bassi costi fissi (96% variabile 6 ) con forti margini e una piattaforma digitale che fornirà una base per la crescita.

Focus sui costi

easyJet ha consegnato 512 milioni di sterline di risparmi sui costi nel FY’21, di cui quasi la metà sostenibile. Questi risparmi sui costi aiutano a mitigare alcuni dei nostri ostacoli sui costi. I risparmi sono stati ottenuti su ogni linea di costo. Come parte della nostra continua sfida ai costi, stiamo identificando ulteriori risparmi sostenibili per rafforzare il nostro vantaggio competitivo.

Grazie a rapporti altamente costruttivi con i sindacati e il personale, siamo stati in grado di ottenere significativi risparmi in termini di costi e produttività, tra cui:

  • Ridurre il numero di equipaggi equivalenti a tempo pieno (FTE) per aeromobile in tutte le basi (esclusa l’Italia in questa fase) per il nostro programma di volo estivo ’21. Ciò ha consentito miglioramenti significativi nei rapporti dell’equipaggio e nella produttività in preparazione del nostro ritorno al volo.
  • Costi di licenziamento ridotti al minimo concordando con i nostri sindacati innovativi contratti part-time e stagionali. Ciò migliora la produttività su base sostenibile e consente alla capacità di crescere se necessario, senza la necessità di assumere nuove persone.
  • Riequilibrio del numero di contratti stagionali in tutta la rete.
  • Riduzioni della retribuzione di base in alcuni mercati con costi più elevati, con accordi anche sulle regole di turnazione e accordi di congelamento della retribuzione di due anni nella maggior parte delle giurisdizioni.

Queste misure hanno ridotto il costo complessivo dell’equipaggio, affrontando le sfide strutturali e di produttività con il nostro vecchio modello di equipaggio. Hanno anche consentito l’investimento in basi stagionali a Faro e Malaga che sono state aperte durante l’anno finanziario 2021 insieme alla nostra base stagionale esistente a Palma, continuando a migliorare l’efficienza a un costo inferiore. 

Gli aeroporti e i costi di assistenza a terra rappresentano una parte importante della base di costi e sono stati oggetto di particolare attenzione. 

Continuiamo le trattative con gli aeroporti della rete, per garantire le migliori offerte a lungo termine. 

Rivisti i costi di assistenza a terra linea per linea e rinegoziato 132 principali contratti di assistenza a terra, con risparmi permanenti ottenuti nelle operazioni a terra e nei centri di gestione dei clienti. I nuovi contratti si concentrano sulla sicurezza di guida e sull’OTP riducendo i costi. Abbiamo ottenuto una riduzione del 25% dei costi del call center con nuovi contratti fino al 2027 e un migliore servizio clienti. 

easyJet esternalizza la maggior parte della manutenzione pesante dove è conveniente.

Esteso il contratto con Lufthansa Technik fino al 2025 e con SRT Malta fino al 2023, offrendo risparmi sui costi e pacchetti di lavoro più semplici. Abbiamo anche esteso il nostro contratto di visita in officina a basso costo fino al 2023 e concluso un accordo conveniente sui motori Leap e sul supporto continuo. 

L’accordo sui componenti è stato esteso al 2027 con ulteriori risparmi sui costi e un hub per le parti di Milano. 

Lavorato a stretto contatto con Airbus per creare controlli a 6 e 12 anni più efficienti. 

Completata l’internalizzazione della manutenzione delle linee a Berlino, Glasgow, Edimburgo e Bristol, che ha consentito risparmi sui costi e una qualità superiore. Tutta la manutenzione della linea a Gatwick viene ora eseguita internamente, con l’aggiunta di un terzo hangar completato nel marzo ’21. 

Sostenibilità

easyJet si è impegnata a partecipare alla Race to Zero continuando a lavorare sul percorso Net Zero fino al 2050.

La sostenibilità è di importanza significativa e crescente per i clienti, poiché il 78% dei consumatori afferma di essere preoccupato per l’impatto del cambiamento climatico. Questo è qualcosa che easyJet considera con la massima importanza, poiché miriamo a essere pionieri del viaggio sostenibile.

Il primo volo con SAF di easyJet

Nel corso del 2021 sono stati compiuti progressi significativi, come dimostrato dal primo volo easyJet con SAF a Londra Gatwick, utilizzando un volo misto al 30% in decollo il 19 ottobre 2021. Una miscela SAF è stata quindi utilizzata su tutti i voli operanti da Gatwick a Glasgow in tutto il COP26. 

Durante l’anno è stata anche condotto una prova di turnaround senza emissioni presso l’aeroporto di Bristol, dove abbiamo riscontrato una riduzione del 97% delle emissioni di CO2 utilizzando apparecchiature di terra alimentate elettricamente anziché diesel.

L’aeroporto di Bristol presenta un’iniziativa di turnaround di aeromobili a basse emissioni 25/10/2021. Questo è il risultato della collaborazione con easyJet e altri partner del settore esperti per ridurre ed eliminare le emissioni dalle operazioni a terra degli aerei. La partnership congiunta ha studiato un’ampia gamma di sviluppi all’avanguardia ed efficienze operative, con easyJet che utilizza l’aeroporto di Bristol come banco di prova per testare e implementare le ultime soluzioni tecnologiche e innovative per decarbonizzare le proprie operazioni e ridurre gli sprechi. Si spera che i risultati positivi delle prove avranno il potenziale per essere implementati attraverso la rete di easyJet che copre 150 aeroporti in 35 paesi.

La strategia di sostenibilità di easyJet ha tre pilastri: affrontare le emissioni di carbonio; stimolare l’innovazione del carbonio; e andare oltre il carbonio.

Emissioni: easyJet è stata la prima grande compagnia aerea al mondo a compensare le emissioni di carbonio dal carburante utilizzato su tutti i voli su tutta la rete e continua a lavorare instancabilmente per ridurre al minimo le emissioni di carbonio durante le nostre operazioni. Continuia gestire una flotta di velivoli moderni e a basso consumo di carburante e siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per essere efficienti nei consumi ed emettere meno carbonio. La consapevolezza dei clienti della compensazione del carbonio, basata sui clienti che hanno volato negli ultimi 12 mesi, è stata del 51%, rispetto al 45% nel FY’20, e la differenza positiva nella soddisfazione complessiva tra i clienti consapevoli e non consapevoli è stata del 6,3% punti. 

Stimolare l’innovazione per ridurre le emissioni e sostituire le fonti di alimentazioni inquinanti: easyJet sta sostenendo lo sviluppo di nuove tecnologie per stimolare la decarbonizzazione dell’aviazione il più rapidamente possibile. La compensazione può essere solo una soluzione provvisoria, mentre viene sviluppata la tecnologia a emissioni zero. Stiamo collaborando con diversi leader del settore per supportare il cambiamento tecnologico: Wright Electric nel loro sviluppo di “Wright 1” – una 186 posti a zero emissioni; e una partnership strategica con Airbus nella loro ambizione di sviluppare un aereo commerciale a emissioni zero entro il 2035. Siamo entusiasti di vedere il crescente slancio dietro le nuove tecnologie di propulsione, tra cui l’ibrido elettrico, le celle a combustibile a idrogeno e la combustione dell’idrogeno. Esiste un potenziale significativo per queste tecnologie, in particolare sulle reti a corto raggio come quella di easyJet.

Nota importante: il testo in “virgolettato” è parte della nota dei risultati del FY21 di easyJet, diffusa il 30 novembre 2021.