Luke Air - Blue Panorama

Blue Panorama, procedura di concordato con riserva

  • 3 anni fa
  • 3minuti

Nel confermare che COA e licenza siano ancora attivi, Blue Panorama comunica di aver depositato il ricorso per ammissione alla procedura di concordato con riserva presso il Tribunale di Milano.

Il deposito della domanda di concordato con riserva blocca eventuali istanze di fallimento, le azioni esecutive e cautelari sull’impresa e consente di depositare la domanda di concordato in un periodo di tempo fissato dal Tribunale tra 60 e 120 giorni, ulteriormente prorogabile.

In questo modo Blue Panorama, avrà il tempo di assicurare il capitale per poter tornare in volo non appena le condizioni lo permetteranno.

Il tribunale può nominare un commissario giudiziale con funzioni ausiliarie. La legge fallimentare attribuisce a tale organo un potere di controllo e vigilanza sull’attività svolta dall’imprenditore, collaborando con quest’ultimo nella gestione dell’attività d’impresa e nell’esecuzione degli obblighi concordatari.

Al Tribunale si può fare istanza per ottnere lo scioglimento dei contratti non più utili alla gestione dell’impresa in concordato. Quest’ultimo un passo importante per permettere al vettore di ristrutturarsi.

E’ una situazione simile alla protezione fallimentare a cui ha avuto accesso Norwegian in Irlanda, che le ha permesso di evitare il fallimento, infatti l’imprenditore che ha bisogno di protezione la ottiene dal Tribunale seguendo le prescrizioni dell’art. 161 co 6 lf.

Blue Panorana in una nota precisa che: “Milano, 29 ottobre 2021 – Blue panorama Airlines – compagnia di bandiera interamente italiana e terzo vettore operante in Italia per numero di passeggeri – comunica di aver depositato oggi il ricorso per ammissione alla procedura di concordato con riserva presso il Tribunale di Milano con l’obiettivo di preservare il patrimonio e la continuità aziendale. Considerato il perdurare della crisi del comparto aereo e il mancato arrivo dei ristori del fondo di compensazione (ex art. 198 del Decreto Liquidità) il vettore ha scelto, in ottica di continuità aziendale e per la tutela dei creditori, di avviare questo iter. La società è in attesa del provvedimento del Tribunale di Milano sulla richiesta di termine per il deposito di proposta di concordato preventivo o di domanda di omologa di un accordo di ristrutturazione. Si precisa, inoltre, che tutti i passeggeri di Blue Panorama Airlines sono già stati riprotetti. Blue Panorama Airlines precisa inoltre che sono tutt’ora attivi sia il Certificato di Operatore Aereo (COA) sia la Licenza di Esercizio di Trasporto Aereo.

Entro la prossima settimana Blue Panorana dovrà rispondere in modo esaustivo alle richiesta di chiarimenti di ENAC.

Antonio Jorio, Accountable Manager Blue Panorama, che ha firmato la lettera inviata il 27 ottobre a ENAC, lo aveva confernato il lo stesso giorno a WEtravel.biz “stiamo lavorando per fornire a ENAC i chiarimenti che ci sono stati richiesti, volevo precisare inoltre che il Certificato di Operatore Aereo e la Licenza di Esercizio di Trasporto Aereo, sono attivi e non sospesi, come erroneamente si apprende dal comunicato stampa ENAC.“

La societa’ e’ assistita dagli avvocati Umberto Stradella e Massimo Pellizzato dello Studio Legale Stradella e dall’avvocato Francesco Marotta di Ernst & Young.