KLM

Winter KLM: voli diretti verso 162 destinazioni

  • 3 anni fa
  • 5minuti

Com l’orario invernale, KLM incrementerà nuovamente la propria capacità, di conseguenza prevede di operare voli diretti da Amsterdam verso 162 Tratte intercontinentali: più voli per gli Stati Uniti e Caraibi, 72 intercontinentali e 90 in Europa.

Dopo più di 18 mesi, sempre più frontiere stanno riaprendo e siamo sulla buona strada verso la ripresa. KLM è lieta di poter offrire nuovamente ai passeggeri così tante destinazioni. Non vediamo l’ora di fare quello che ci riesce meglio: riunire le persone. Viaggiare è una questione di legami personali, ed è questo che KLM rappresenta!” dichiara Pieter Elbers, Presidente e CEO di KLM.

Tratte intercontinentali: più voli per gli Stati Uniti e Caraibi.

KLM ha ripreso i collegamenti di quasi tutta la sua rete pre-Covid (ad eccezione di una sola destinazione). I voli intercontinentali opereranno a circa il 75% della capacità quest’inverno rispetto all’inverno 2019.

Ora che i viaggiatori europei vaccinati saranno di nuovo i benvenuti negli Stati Uniti a partire dall’8novembre, KLM amplierà la capacità verso le varie destinazioni statunitensi. Il numero di voli per Atlanta, per esempio, sarà quasi raddoppiato arrivando a 12 alla settimana, mentre ci saranno 11 voli settimanali per New York JFK. KLM servirà anche Las Vegas e Miami quest’inverno, entrambe tre volte alla settimana. Il servizio per Minneapolis, ripreso in estate, continuerà anche questo inverno con tre voli settimanali.

KLM ha registrato un forte aumento della domanda di viaggi verso mete caraibiche durante l’estate. Ecco perché la compagnia aerea sta lavorando sull’incremento della capacità verso i Caraibi e raddoppierà il numero di voli per Curaçao raggiungendo i 14 alla settimana. Aumenterà anche la capacità giornaliera sulla rotta per Aruba e Bonaire utilizzando un Boeing 777-300ER, il suo più grande aereo passeggeri. Per soddisfare la domanda prevista durante le festività natalizie, KLM sta inoltre pianificando altri tre voli settimanali per queste isole, portando il numero totale di voli settimanali per Aruba e Bonaire a dieci entro la fine dell’anno.

La rete di KLM mostra anche segni di ripresa in Sud America, con quattro voli settimanali per San José e Liberia in Costa Rica (rispetto ai due dello scorso inverno) e un servizio quotidiano per Panama City. Anche la capacità sulla rotta per Paramaribo aumenterà considerevolmente quest’inverno, con quattro voli settimanali (rispetto a uno solo dello scorso inverno a causa delle severe restrizioni di viaggio). Il servizio di linea più lungo di KLM, non stop da Amsterdam a Santiago del Cile, continuerà con tre voli settimanali.

Questo inverno vedrà l’introduzione di quattro destinazioni completamente nuove: Mombasa, Cancún, Port of Spain e Bridgetown. Il primo volo per Cancún in Messico decollerà il 2 novembre, con cinque voli settimanali durante le vacanze di Natale. Questo porterà il numero totale di voli settimanali di KLM per il Messico a 12. Il primo volo (combinato) per Port of Spain a Trinidad & Tobago e Bridgetown alle Barbados è decollato il 16 ottobre e sarà operativo tre volte a settimana. Il servizio di linea per Mombasa in Kenya dovrebbe iniziare all’inizio di dicembre; KLM sta attualmente ottenendo i necessari permessi di volo dalle autorità keniote.

La rete asiatica di KLM è ancora limitata dalle restrizioni di viaggio. Di conseguenza, la domanda di questi voli è in ritardo rispetto a quella di altre regioni. La domanda di trasporto merci da e per l’Asia rimane comunque elevata, permettendo a KLM di continuare a servire molte delle sue destinazioni in questa stagione invernale.

Rotte europee

In Europa, KLM sta rispondendo al forte aumento della domanda sia per vacanza che per i viaggi d’affari. Nuove destinazioni come Zagabria e Poznan si sono dimostrate apprezzate subito dopo la loro introduzione quest’estate e KLM prevede di continuare a offrire questi servizi anche quest’inverno. Con la loro aggiunta, il numero di destinazioni europee servite da KLM supererà infatti quello dell’inverno 2019.

In molti casi, il numero di voli verso le destinazioni europee è ancora leggermente inferiore rispetto alle cifre pre-Covid-19. KLM sta operando a circa l’84% della capacità della sua rete europea. Ciononostante, la compagnia aerea serve ancora una volta le principali città europee, tra cui Berlino, Londra, Monaco e Parigi, almeno cinque volte al giorno. Questo rende l’orario invernale di KLM, con un maggior numero di voli rispetto all’estate, particolarmente interessante per il crescente numero di viaggiatori d’affari europei. Aumentando il numero di voli in Europa, KLM sarà di nuovo in grado di collegare molte località europee attraverso Amsterdam Schiphol, rafforzando lo status dell’aeroporto di hub globale. 

“Dove posso volare?”

KLM comprende quanto possa essere difficile pianificare un viaggio durante la pandemia di Covid-19. Le regole e le restrizioni di viaggio cambiano costantemente e variano da paese a paese, rendendo più importante che mai per i viaggiatori avere le informazioni aggiornate al momento della pianificazione di un viaggio. Ecco perché KLM offre una mappa interattiva “Dove posso volare?” che mostra i requisiti di viaggio richiesti per ogni Paese della rete di KLM. La mappa mostra i criteri di viaggio necessari in base al Paese di partenza e allo stato delle vaccinazioni dei viaggiatori, in modo che possano scegliere la loro prossima destinazione con un solo sguardo.

Standard igienici eccezionali, prenotazioni flessibili e un rating di cinque stelle dai passeggeri

KLM applica i più elevati standard per l’igiene prima, durante e dopo i voli. Ha ricevuto l’APEX Health Safety Diamond Award e lo Skytrax COVID-19 Airline Excellence Award, come riconoscimento della sua leadership nel settore dell’igiene e della sicurezza sanitaria.

KLM offre inoltre ai clienti la massima flessibilità quando si tratta di prenotare, modificare o cancellare i viaggi. Un altro fiore all’occhiello di KLM è il fatto di aver mantenuto le sue cinque stelle APEX riconosciute per il prodotto ed il servizio, grazie alle valutazioni dei passeggeri di tutto il mondo.

Al momento, le destinazioni, i voli e le capacità sopra descritte sono valide per i mesi di novembre e dicembre. Date le numerose restrizioni di viaggio che permangono e la loro imprevedibilità, potrebbero essere necessari delle modifiche a partire da gennaio.