Aviation

Schönefeld e la Henschel Flugzeug-Werke

Tempo di lettura 2 minuti

Flughafen Berlin Brandenburg GmbH, ha sede nell’ex sede della Henschel Flugzeug-Werke, una ex fabbrica di armi fondata nel 1934, è stata una delle più importanti fabbriche tedesche di armamenti per aerei da combattimento e bombe plananti durante l’era nazista.

A Schönefeld sono stati sviluppati, testati e costruiti aerei, armi e sistemi d’arma che hanno portato morte e distruzione in tutta Europa.

Flughafen Berlin Brandenburg GmbH, ha incaricato un team di storici di condurre ricerche scientifiche sul passato nazista del sito, per diffondere questo capitolo di storia, legato al sito aeroportuale.

Lunedì 16 agosto ha presentato il libro “Im Dienst des nationalsozialistischen Krieges – Der erste Flugplatz in Schönefeld” (Al servizio della guerra nazionalsocialista – The First Airfield at Schönefeld) degli autori Prof. Dr. Harald Bodenschatz, TU Berlin, e il Prof. Dr. Christoph Bernhardt, Stefanie Brünenberg e il Dr. Andreas Butter del Leibniz Institute for Research on Society and Space (IRS) di Erkner.

Henschel Flugzeug-Werke

La pubblicazione rappresenta un primo sguardo alla struttura di Henschel Flugzeug-Werke, compreso l’aeroporto, la ricerca e la produzione militare dello stabilimento e l’importanza di Schönefeld nel panorama degli armamenti di Berlino e dell’area circostante.

Gli aerei prodotti in serie a Schönefeld distrussero città in Spagna, Inghilterra, Polonia e Unione Sovietica, uccidendo non solo soldati ma anche molti civili.

I lavoratori sono stati costretti a produrre forniture per la macchina da guerra tedesca nella fabbrica di Henschel in condizioni disumane.

Per molti di loro Schönefeld era un “luogo dell’orrore” dove la fame, la malattia e la morte facevano parte della loro vita quotidiana.

Engelbert Lütke Daldrup, CEO Flughafen Berlin Brandenburg GmbH:Molti degli edifici appartenenti a Henschel Flugzeug-Werke sono ancora lì oggi e vengono utilizzati ogni giorno dai dipendenti della compagnia aeroportuale. Siamo consapevoli del ruolo di questo sito nella guerra, morte e distruzione che è stata visitata in tutta Europa. Non bisogna dimenticare la storia dell’aviazione a Schönefeld durante la dittatura nazista. I cosiddetti “lavoratori stranieri” dei territori occupati, lavoratori forzati, prigionieri di guerra, donne e ragazze dei campi di concentramento furono costretti a produrre rifornimenti per la macchina di sterminio tedesca, in condizioni disumane, che stava distruggendo anche le loro stesse terre. La nostra missione è educare le persone su questo e affrontarlo a viso aperto. E vogliamo anche lanciare un segnale: l’aeroporto di Schönefeld e quindi il nuovo aeroporto di Berlino Brandeburgo Willy Brandt sono sinonimo di pacifica convivenza tra i popoli, nonché di libertà e solidarietà, di tolleranza e rispetto”.

Translate