Air France

Quasi pronto il primo Airbus A220 di Air France

Tempo di lettura 2 minuti

Air France continua a rinnovare la sua flotta e alla fine di settembre prenderà in consegna il primo dei 60 Airbus A220-300 che ha ordinato per sostituire i suoi Airbus A318 e A319 sulla rete di corto e medio raggio.

Il primo Airbus A220 assemblato per Air France ha recentemente lasciato il reparto verniciatura di Airbus a Mirabel, vicino a Montreal in Canada, con i nuovi colori Air France e il cavalluccio marino alato, simbolo storico di Air France.

Poiché è realizzato con materiali compositi più leggeri, l’Airbus A220 consuma il 20% in meno di carburante rispetto ai velivoli della generazione precedente e ha un’impronta acustica inferiore del 34%.

Svolgerà un ruolo decisivo nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile di Air France, tra cui una riduzione del 50% delle emissioni di CO2 in termini assoluti sulla rete nazionale da Parigi-Orly e sulle rotte interregionali entro il 20241 e una riduzione del 50% nelle emissioni di CO2 per passeggero/km entro il 20302.

Test e addestramento dell’equipaggio: la sicurezza del volo di fondamentale importanza nella preparazione all’arrivo dell’A220

Prima di unirsi alla flotta Air France a Parigi, l’aereo sarà sottoposto a una serie di test a terra e in volo. Al suo arrivo, verrà utilizzato per più di un mese per l’addestramento degli equipaggi di volo della compagnia aerea, alcuni dei quali hanno avviato la cosiddetta procedura di “type rating” la scorsa estate.

Come per ogni nuovo tipo di aeromobile che entra in flotta, la compagnia ha costituito due nuclei principali, uno composto da piloti e l’altro da assistenti di volo. Questi membri dell’equipaggio già qualificati saranno quindi responsabili della formazione dei loro colleghi nell’ambito di programmi interni convalidati dalle autorità.

Lo scorso settembre, otto piloti istruttori hanno frequentato un corso di formazione teorico e pratico di 8 settimane presso il centro di formazione Airbus di Montreal. Attualmente stanno addestrando i loro colleghi, inclusi altri 28 istruttori che completano il team di lancio del pilota, in particolare utilizzando un Full Flight Simulator (FFS) montato su martinetti e assemblato presso il centro di simulazione di volo di Air France a Paris-Charles de Gaulle. 

Una volta che Air France prenderà in consegna il primo velivolo, questo addestramento al simulatore sarà integrato da circa 20 voli in condizioni reali, al fine di ottenere l’abilitazione al tipo A220-300. Quasi 700 piloti Air France saranno alla fine qualificati su questo aereo.

Lo stesso sistema del gruppo principale viene utilizzato per gli equipaggi di cabina, con 14 assistenti di volo formati a Zurigo tra settembre e dicembre 2020.

Attualmente stanno ultimando i manuali di formazione e i contenuti che saranno loro stessi responsabili di fornire a partire da settembre 2021. Il gruppo principale ha selezionato e formato un gruppo di 37 assistenti di volo per completare l’addestramento pratico di volo degli equipaggi di cabina non appena l’A220 entrerà in servizio. Due modelli di porte A220 sono stati installati presso l’Air France Crew Academy a Paray Vieille-Poste, vicino a Parigi-Orly, per formare circa 2.500 assistenti di volo.

Oltre ai piloti e agli assistenti di volo, l’intera compagnia si prepara ad accogliere l’Airbus A220. Dalla manutenzione al personale di stazione, tutti i settori operativi si preparano all’arrivo di questo velivolo di ultima generazione.

L’Airbus A220 di Air France sarà in grado di accogliere 148 passeggeri in una configurazione di posti 3-2. Ogni posto sarà dotato di porte USB di tipo A e di tipo C e tutti i passeggeri potranno usufruire della connessione Wi-Fi.

1 Rispetto ai livelli del 2019
2 Rispetto ai livelli del 2005

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017