easyJet

easyJet vola nelle spiagge bandiera blu del Regno Unito

Anche easyJet è stata costretta a riorganizzare il network, questa volta dobbiamo ammetterlo in tempi molto brevi, in questo caso per il mercato inglese, puntando sulle rotte domestiche, verso le “destinazioni di mare” del Regno Unito.

10 nuove rotte che sono state aggiunte in seguito all’annuncio del primo ministro Boris Johnson che il Regno Unto almeno per altre 4 settimane non avrebbe allentato le restrizione attualmente ancora in vigore, per i timori della variante indiana (delta).

Le nuove rotte: Belfast International-Leeds/Bradford; Bristol-Aberdeen; Bristol-Jersey; Jersey-Birmingham; Jersey-Newcastle; Inverness-Newquay; Liverpool-Bournemouth; Manchester-Aberdeen; Manchester-Edinburgh; Newquay-Birminghan.

Le spiagge bandiera blu nel Regno Unito

E per chi se lo fosse perso, vi ripropongo l’articolo sulle spiagge “bandiera blu” sparse in tutto il Regno Unito, alcune di queste vi assicuro varrebbe proprio la pena di visitare.

Dalle spiagge alle bianche costiere, i meravigliosi promontori ed il mare cristallino, ovviamente non in quelle nelle immediate vicinanza di porti industriali o foci di fiumi, non mancano in tutto il Regno Unito, molte meno di quelle italiane, spagnole e greche, ma Keep Britain TidyKeep Wales Tidy e Keep Scotland Beautiful, che gestiscono i programmi che premiano nei rispettivi paesi le spiagge più pulite, hanno annunciato le spiagge che hanno l’hanno ottenuta per il 2021, in un anno come questo, con la variante indiana che preoccupa il Regno Unito, le spiagge inglesi, potrebbero essere un alternativa (da notare… non ho scritto “valida” anche se poi dipende dallo stile della vacanza a cui uno è abituato, ma per il nostro sole e clima i britannici comprensibilmente ci invidiano)per non viaggiare all’estero.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017