easyJet

Wright Electric, partner di easyJet per la tecnologia inverter

Wright Electric ha presentato il primo sistema inverter del suo genere per velivoli di grandi dimensioni a emissioni zero, un componente chiave nei sistemi elettrici aeronautici a media tensione

easyJet dà il benvenuto a questo importante traguardo per Wright Electric, che rappresenta un passo cruciale nel percorso verso un aereo commerciale a emissioni zero

La compagnia aerea continua a lavorare con Wright Electric e altri partner per stimolare e accelerare lo sviluppo di un velivolo a emissioni zero e si impegna a passare a nuove tecnologie una volta disponibili e praticabili.

easyJet e Wright Electric, hanno iniziato a collaborare nel 2017, quando al comando della compagnia come CEO c’era Carolyn McCall.

Inverter

Wright Electric ha rivelato l’ultima pietra miliare nel suo programma di sviluppo del motore che sta lavorando allo sviluppo e alla certificazione del primo aereo a corridoio singolo commercialmente valido ea emissioni zero. Wright ha ora dimostrato il primo sistema inverter del suo genere per grandi velivoli a emissioni zero.

Indipendentemente dal fatto che un futuro aereo sia elettrico a batteria o alimentato da una cella a combustibile a idrogeno, un inverter è un componente chiave nei sistemi elettrici degli aerei a media tensione. Il suo scopo è convertire la corrente continua dalle batterie alla corrente alternata richiesta dai motori elettrici del sistema di propulsione.

Progettato per essere scalabile da sistemi da 500 kW a 20 MW, l’inverter Wright mira ai seguenti livelli di prestazioni:

  • Efficienza del 99,5%: un miglioramento di 6 volte nella perdita di calore rispetto agli attuali inverter aeronautici in produzione con conseguente riduzione dei carichi di gestione termica significativamente. 
  • Densità di potenza di 30 kW/kg – al contrario, la tecnologia odierna fornisce 10-20 kW/kg. Su un aereo standard a corridoio singolo, ciò comporterebbe un risparmio di peso equivalente all’aggiunta di 5-10 passeggeri in più per volo.

L’inverter ora passa alla fase successiva di sviluppo, compresa l’integrazione con un motore da 2 MW sviluppato internamente, i test della camera ad alta quota e la qualifica per la prontezza al volo.

Questa prossima pietra miliare fa parte del continuo sviluppo della tecnologia a zero e basse emissioni per un aereo di linea a corridoio singolo progettato per voli fino a 800 miglia, che coprirebbe circa il 50% dell’attuale rete di easyJet. Wright Electric punta all’entrata in servizio del suo aereo di punta Wright 1 nel 2030.

David Morgan, Direttore delle operazioni di volo per easyJet ha commentato: “Accogliamo con favore questo ultimo sviluppo in quanto segna un altro passo avanti cruciale per il nostro partner Wright Electric in questo viaggio verso lo sviluppo e l’introduzione di una tecnologia aeronautica commerciale a emissioni zero che rappresenterebbe un punto di svolta per l’aviazione a corto raggio.

“Sappiamo che è estremamente importante per i nostri clienti operare nel modo più sostenibile possibile e tutti in easyJet sono impegnati a collaborare allo sviluppo di queste nuove tecnologie, con l’obiettivo di essere uno dei primi ad adottarle quando arrivano sul mercato”.

Jeff Engler, CEO di Wright Electric, ha dichiarato: “Il livello di prestazioni dimostrato con il nostro nuovo inverter diventerà la base per qualsiasi nuovo aereo elettrico ed è una tecnologia chiave nel nostro sistema di megawatt”, ha affermato Jeff Engler, CEO di Wright. “Nel gennaio 2020, abbiamo annunciato l’inizio del nostro programma di motori elettrici su scala megawatt per un aereo di linea commerciale a corridoio singolo. Nei prossimi mesi, Wright farà ulteriori annunci sui progressi del nostro sistema di propulsione integrato. Gli aerei commerciali a emissioni zero sono il futuro e Wright è concentrato sul mantenere la promessa”.

easyJet ha lavorato con Wright Electric nella sua missione di supportare lo sviluppo di un programma di aeromobili completamente elettrici come parte di un’ambizione condivisa di decarbonizzare l’aviazione.

Attualmente, Wright sta progettando sistemi elettrici su scala megawatt che saranno necessari per il volo commerciale dei suoi velivoli a emissioni zero da 186 posti.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017