Alitalia

Tocchi Alitalia e si alza un polverone di insulti

Tempo di lettura 2 minuti

Devo dirlo, me lo immaginavo, ma entro certi limiti, che sono riusciti a superare, uno su tutti.

Erano passati solo pochi minuti dalla pubblicazione dell’articolo su Alitalia, dove spiego che non possiamo mantenere in vita Alitalia a qualsiasi costo, visto il pasticcio in atto e la storia dei numerosi salvataggi di Alitalia.

L’articolo che potete rileggere qui è molto schietto, sincero e non mi sembra di aver in nessun modo offeso nessuno, ho semplicemente costruito l’articolo, con un ottica di profitto e non assistenzialista, ma soprattutto da italiano, siamo stufi che la politica sprechi fondi pubblici per progetti del tutto fallimentari o inutili senza un beneficio per la collettività.

Alitalia è indiscutibilmente uno di questi, non è mia intenzione dare colpe ai dipendenti ovviamente, ma ai management che si sono susseguiti e alla politica.

Perchè non sono contrario ad un Alitalia sana, sono contrario come tutti ad un Alitalia malata, succursale Inps, non di servizio all’Italia e non capace di autosostenersi.

Che ci siano esuberi è indiscutibile, se questi esuberi potranno essere assorbiti da una NUOVA ALITALIA, con un credibile piano industriale, ne sarei felice, se non sarà così, come per tutti gli altri italiani c’è l’Inps.

Io sono sicurissimo che Alitalia sia piena di belle persone, educate, che stanno subendo sulla loro pelle i danni fatti dalla politica.

Di seguito voglio riportare i commenti che più mi hanno colpito e che hanno dimostrato quanto non si possa dialogare con loro e quanto in Italia, Alitalia sembra intoccabile, anche per questo è necessario un cambio di registro, non è detto che questo cambio di registro non sia una nuova Alitalia sana senza politica.

Li posso pubblicare in quanto sono stati inviati nel mio sito nel modulo commenti, che prima di essere visibili, devono essere approvati.

Autore: marco (Indirizzo IP: 85.208.XXXX)
Email: XXXXX
URL: 
Commento: Potevi nascere solo a Mestre. Si vede che hai una faccia intelligente. Bravo.
Autore: Mario (Indirizzo IP: 95.247.XXX
Email: XXXX
URL: 
Commento: Stai zitto che è meglio.
Autore: Russel (Indirizzo IP: 151.21.XXX
Email: XXXX
URL: 
Commento: Ma ce l'hai così a morte con i lavoratori di Alitalia? Cinismo puro e logica capitalista ovviamente da spettatore non coinvolto... classico articolo da Italiano medio con la solita storia dei soldi dei contribuenti... avete stancato, andate a controllare tutti i soldi dati a grandi aziende Italiane ormai svendute agli stranieri o trasferite all'estero, tutto lo spreco dei ministeri, tutta l'evasione che facviamo finta di non vedere, tutta la voragine della sanità che tra l'altro funziona male e obbliga il cittadino a ricorrere alla sanità privata. Tutti i soldi buttati a favore delle banche! Cambia repertorio che diventi monotematico

Ma assolutamente il più “intelligente” è questo:

Autore: Jamal (Indirizzo IP: 2.236.XXX
Email: XXX URL: 
Commento: Pezzo di merda, devi perdere non il lavoro ma ciò che hai di più caro. Auguri

Ma poi è anche giusto dare spazio a un commento di chi educatamente, da dipendente ha dato la sua versione, come Renzo:

Autore: Renzo (Indirizzo IP: 151.27.XXX )
Email:
URL: 
Commento: Noi operai di Alitalia non vogliamo essere trattati diversamente dagl'altri lavoratori ma meritiamo tanto rispetto per il lavoro fatto e che facciamo con o senza pandemia noi la pandemia l'abbiamo avuta sempre in Alitalia ci hanno sempre diminuito gli stipendi con blocchi di anzianità o di livelli,ci hanno fatto e ci fanno lavorare in condizioni assurde e mezzi assurdi mentre i ladri che l'anno affondata premiati con liquidazioni miglionarie questo succede il Alitalia questo succede in Italia

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi