Southwest Airlines

50 anni di Southwest

Fondata nel marzo del 1971, Southwest è ancora oggi la più grande compagnia low cost al mondo, a marzo compie 50 anni.

In realtà è nata qualche anno prima ma con un altro nome e un altro modello di Business, ma il suo fondatore Herb Kelleher, il maestro di Michael O’Leary, ebbe un idea, il low cost per il trasporto aereo.

Negli Stati Uniti, le compagnie delle noccioline, così chiamate perchè a bordo offrivano gratis solo quelle, iniziarono negli anni successivi a conquistare sempre maggiori quote di mercato, mentre un erede della famiglia Ryan, una nota famiglia irlandese mandò un fidato collaboratore che si chiama Michael O’Leary, ad imparare i segreti del mestiere.

Herb Kelleher ha iniziato la sua fortuna nel decennio dell’America guidata da Ronald Regan, amministrazione che ha aperto il mercato aereo americano con una completa deregulation.

Il successo di Kelleher fu basato su principi che ancora oggi adottano quasi tutte le compagnie aeree, ovviamente adattandoli ai singoli modelli di business, ovvero la semplificazione dei processi industriali.

Un unico modello di aereo per esempio, il Boeing B737, la scelta di operare su piccoli aeroporti e secondari, la vendita dei biglietti era diretta, senza alcun intermediario, questo ultimo punto era assolutamente una novità negli anni 70.

Aveva scelto di andare completamente controcorrente rispetto alle altre compagnie americane, una scelta vincente che gli diede ragione.

Ai passeggeri a bordo di Southwest, l’unico snack gratuito che veniva offerto, erano le noccioline e un’altra caratteristica di Southwest, una forte empatia con il passeggero e hostess/steward, per nulla ingessati come i colleghi di altre compagnie, ma questo non significava meno professionali.

Southwest offriva noccioline e empatia con hostess e steward, ha aperto la strada a una visione rivolta meno all’etichetta e al “galateo” dell’aviazione, ma rendendo il trasporto aereo accessibile a tutti, lo ha reso “più umano”, da qui la necessità e la possibilità di costruire con il passeggero un rapporto più “friendly”.

Anche il rapporto di Herb con i dipendenti della sua compagnia era diverso, rispetto ad esempio a quello del suo collega Bob Crandall, CEO di American, Herb era l’amico gioviale e solidale dei suoi dipendenti, Bob era il terrore per i suoi dipendenti.

I salari non erano assolutamente al di sotto della media benchè fosse una low cost, al contrario erano tra i più alti dell’industria, ma a fronte di una produttività ineguagliata e ineguagliabile.

Produttività. Efficienza, semplificazione, hanno dato modo a Southwest di mantenere basso il prezzo del biglietto e pagare il giusto i suoi dipendenti, i rivali non low cost non sono mai riusciti ad eguagliare Southwest per la loro complessità e livelli di efficienza più bassi, oltre ad altri fattori relativi ai costi.

50 anni dopo Southwest ha una flotta di oltre 700 aerei e quasi 60.000 dipendenti-

Boeing B737Max Southwest
Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi