Vueling

Vueling, rinegoziare il leasing e digitale

Un elemento che più di tutti ha penalizzato alcune compagnie aeree più di altre è la mancanza di flessibilità che si è trasformata in poca resilienza durante la pandemia e lo sarà durante la ripresa, lo sa bene Marco Sansavini, CEO di Vueling solo da pochi mesi.

Marco, un italiano alla guida della low cost del gruppo IAG, in un intervista ad un quotidiano spagnolo ha sottolineato come “un elemento importante per il futuro sarà la flessibilità dei nostri costi fissi“.

Leasing

Tra questi costi fissi non c’è solo il personale, ma anche il leasing degli aeromobili: “come la flotta, il costo dell’aereo è proporzionale al suo utilizzo, negoziando il contratti di leasing ”, verranno quindi negoziati i contratti di leasing, per fare in modo che questi siano proporzionati a quanto un aereo verrà effettivamente utilizzato.

E’ una modalità di parametrizzare i costi di leasing, adottato già da diverse compagnie aeree che in questo modo possono rendere flessibile e efficentare l’uso della flotta, in base alla domanda e anche al network stagionale.

Digital

Un altro punto su cui la gestione di Marco punterà molto, tema su cui Vueling sta già investendo da anni, è il digitale, “Vueling ancora più digitale. La pandemia ha dimostrato che le persone vogliono avere ancora più controllo sul proprio spazio, sulla gestione del proprio viaggio. Quindi digitalizzeremo tutti i processi necessari in modo che il cliente possa gestirlo direttamente” spiega il CEO di Vueling.

Vueling investirà 30 milioni di euro entro i prossimi cinque anni e si avvarrà della collaborazione di uno staff di circa 200 professionisti con sede nel nuovo centro di sviluppo a Barcellona che si aggiungono ad altrettanti 200 in tutto il reparto IT della compagnia, in progetti per la digitalizzazione dei processi operativi e cliente, con il lancio di un nuovo progetto di trasformazione digitale, il Vueling INN | UP.

In Vueling la tecnologia è sempre stata al centro di ogni nuovo progetto, per offrire al cliente sempre maggiori servizi, semplici da usare e accessibili, ma anche alla struttura operativa del vettore, per ottimizzare tutte le diverse operazioni di volo e manutenzione. Il nuovo Agile Development Center (Centro ADC) di Barcellona, supporterà tutte aree dell’azienda, secondo una metodologia di lavoro collaborativa che consente di progettare un ambiente multifunzionale e promuovere l’open innovation.

Vueling Agile Development Center (Centro ADC) di Barcellona
Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi