Norwegian

Norwegian richiede il Protective Certificate in Irlanda

Tempo di lettura 2 minuti

A seguito della decisione del governo norvegese di negare ulteriore sostegno alla compagnia aerea, Norwegian ha deciso di avviare un processo di esame in Irlanda, ovvero una particolare procedura di protezione del tutto simile al Chapter 11 degli Stati Uniti.

Norwegian Air International Limited (NAI ), e la controllata Arctic Aviation Assets DAC (AAA) otterranno protezione come previsto dal Bankruptcy Act 1988 (legge fallimentare del 1988), come modificato, e dai Personal Insolvency Acts 2012-2015 della legislazione irlandese.per una ristrutturazione concordata.

Norwegian ha scelto un processo irlandese poiché gli assett aviation sono detenuti in Irlanda e nell’interesse dei suoi stakeholder.

Lo scopo del processo è ridurre il debito, ridimensionare la flotta e garantire nuovo capitale.

Questo processo di riorganizzazione protegge le attività del gruppo norvegese, consentendo alla società di concentrarsi sul ridimensionamento del gruppo.

Si stima che il processo richiederà fino a cinque mesi.

Norwegian continuerà a gestire la sua rete di rotte (attualmente limitata a causa della situazione Covid) e continuerà ad essere quotata alla Borsa di Oslo (Oslo Børs).

“Salvaguardare il maggior numero di posti di lavoro possibile, ottimizzando la sua base di risorse, continuerà a essere una priorità assoluta per il team di gestione durante questo processo.” si legge in una nota.

Jacob Schram, CEO di Norwegian, ha dichiarato: “Cercare protezione per riorganizzarsi ai sensi della legge irlandese è una decisione che abbiamo preso per garantire il futuro di Norwegian a beneficio dei nostri dipendenti, clienti e investitori. Il nostro obiettivo è trovare soluzioni con i nostri stakeholder che ci consentano di emergere come una compagnia aerea finanziariamente più forte e sicura “.

“Il nostro intento è chiaro. Emergeremo da questo processo come una compagnia aerea finanziariamente più sicura e competitiva, con una nuova struttura finanziaria, una flotta di dimensioni adeguate e una migliore offerta ai clienti “, ha affermato Schram.

Per saperne di piu’ a questo link

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi