Aeroporto di Bergamo Orio Al Serio

1Safe, APP per sicurezza partecipata anche in aeroporto a…

Tempo di lettura 2 minuti

Viene chiamata “Sicurezza Partecipata” ovvero è responsabilità di tutti noi collaborare insieme per segnalare con assoluta responsabilità e senso civico, qualsiasi situazione di pericolo o oggetto di attenzione in ambito aeroportuale.

La segnalazione è completamente anonima, a consentirlo è la App 1Safe, che dopo essere entrata in funzione in una cinquantina di Comuni lombardi, fa il suo ingresso in aeroporto a Bergamo.

Lorenzo Mantegazza, responsabile Security di Sacbo, sottolinea come “la sicurezza è responsabilità di tuttinon può essere imposta solo dall’alto, deve essere il risultato di un processo trasversale e partecipato”.

L’Aeroporto di Milano Bergamo è il primo scalo italiano a dotarsi di uno strumento di sicurezza partecipata che permette a ogni utente, in qualsiasi momento e nell’assoluto rispetto della privacy, di essere parte attiva nel processo di risoluzione di problematiche che si evidenziano nei luoghi comuni.

App 1 Safe, adottata in ambito aeroportuale per consentire all’utenza tutta di essere soggetto attivo nella segnalazione, nell’assoluto rispetto della privacy, di un problema o un’anomalia, in un’ottica di sicurezza partecipata.

Si tratta di uno strumento innovativo, introdotto negli schemi di comunicazione ai fini della sicurezza, che integra i già avanzati processi di sorveglianza e controllo degli ambienti aeroportuali, contribuendo a correggere situazioni e/o comportamenti che contrastano con le regole della sicurezza.

La App 1Safe (disponibile gratuitamente per ogni tipologia di smartphone) è in grado anche di contribuire a migliorare quelle attenzioni che si devono rispetto ai corretti comportamenti volti a contrastare la diffusione del contagio da coronavirus.

“L’app 1Safe può essere uno strumento molto utile, che utilizza le tecnologie più avanzate richieste dai cittadini per avere più garanzie e sicurezza– osserva il presidente di Sacbo, Giovanni Sanga.  “In questo periodo in particolare, in cui c’è una sensibilità maggiore al tema della sicurezza, abbiamo pensato fosse importante dare agli utenti un ruolo attivo con la possibilità di segnalare e permetterci di intervenire in modo ancora più tempestivo, migliorando così l’esperienza di viaggio – dichiara Alberto Cominassi, direttore delle operazioni di Sacbo”.

Attraverso la App è possibile inviare segnalazioni, anche corredate da foto, anonime, veloci e sempre rispettose della privacy: in ambito aeroportuale le situazioni attenzionate possono essere relative a rispetto norme anti-Covid-19, bagaglio abbandonato, articolo sospetto, veicolo, drone, aggressioni, incendio, persona sospetta, persona molesta.

“L’aeroporto è un luogo ristretto, dove ci sono moltissime persone, e il meccanismo della sicurezza partecipata può dare il massimo dei suoi valori – spiega Claudio Rota, amministratore di 1Safe – Le segnalazioni raggiungono in tempo reale la control room e gli operatori della security presenti in aeroporto”.

Ogni utente che invia una segnalazione avrà la possibilità di seguire l’evoluzione della situazione, con un feedback che lo informerà sull’esito finale.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi