Berlino Brandeburg BER

Mentre vengono ultimati i preparativi per l’apertura del BER,…

Tempo di lettura 3 minuti

Venerdì scorso (9 ottobre) nella riunione finale prima che l’aeroporto diventi operativo, il consiglio di sorveglianza del BER ha affrontato gli ultimi preparativi per l’apertura dell’aeroporto il 31 ottobre 2020 ed ha ricevuto rapporti sulle sfide economiche dei prossimi anni e ha deciso la strategia economica per il 2021.

Nella relazione al consiglio di sorveglianza, l’amministratore delegato e il responsabile delle operazioni, hanno sottolineato come la fase finale di preparazione per l’assunzione di operazioni stia facendo ottimi progressi.

Le autorità aeronautiche hanno concesso al BER la licenza operativa finale il 1 ° ottobre e le operazioni di prova ORAT termineranno come previsto il 15 ottobre dopo 47 giorni di test con esito positivo, che hanno coinvolto 9.000 volontari.

Oltre alle ultime due prove nelle prossime settimane, si svolgeranno diverse prove realistiche con gli aerei, per verificare tutte le procedure di terra, infatti uno degli ultimi focus sono i test finali dei processi airside riguardanti la manovrabilità degli aeromobili.

Sono in fase di completamento anche la costruzione di negozi e strutture di ristorazione presso il BER, quasi tutti gli spazi commerciali apriranno il 1 ° novembre, il primo giorno in cui i voli partiranno da BER.

Molti dei negozi e dei ristoranti del food market saranno rappresentati all’inaugurazione ufficiale il 31 ottobre.

Nel Terminal 1 ci sono un totale di 100 posti disponibili per l’affitto e 11 unità mobili di ristorazione. Inoltre, sono presenti una lounge Lufthansa e tre lounge gestite dalla FBB: la Tempelhof Lounge nel molo principale sud, la Tegel Lounge nel molo principale nord e la VIP Lounge con accesso diretto al parcheggio multipiano 1 nel molo sud .

Il consiglio esecutivo è stato in grado di riferire al consiglio di sorveglianza che il governo federale avrebbe iniziato a utilizzare l’aeroporto per i voli governativi il 21 ottobre, una settimana e mezza prima dell’apertura del BER.

Da quel momento, gli ospiti dello stato saranno ricevuti a Schönefeld vicino al Terminal 5. L’Executive Transport Wing per i membri del governo al BER funzionerà anche. L’FBB aveva precedentemente completato il terminal governativo e il piazzale di Ramp1 nell’autunno 2018.

Piano economico

Il piano economico predisposto dal consiglio direttivo per l’anno 2021 presenta caratteristiche particolari dovute alla pandemia di coronavirus, con lo sfondo del crollo dell’industria aeronautica, il futuro sviluppo economico della FBB è irto di incertezze.

Al fine di poter ancora programmare lo spettro delle possibilità, il consiglio di amministrazione ha introdotto al consiglio di sorveglianza due ulteriori scenari con diverse ipotesi sul futuro dello sviluppo dei trasporti, oltre al piano di gestione con circa 18 milioni di passeggeri.

Il piano di medio termine, oltre al piano industriale 2021, dovrebbe essere introdotto nel primo trimestre del prossimo anno, e sarà basato anche sui diversi scenari di sviluppo.

A causa della crisi del coronavirus, la società continua a fare affidamento sull’aiuto dei suoi azionisti per garantire la liquidità della società operativa dell’aeroporto nel prossimo anno.

Dopo una lunga consultazione, il consiglio di sorveglianza ha espresso il suo parere favorevole per accettare prestiti dagli azionisti nel prossimo anno per un importo fino a 552 milioni di euro.

Per l’anno in corso, gli azionisti hanno concesso un sussidio secondo le linee generali federali per compensare la perdita durante il blocco tra il 4 marzo e il 30 giugno, per un importo di 98,8 milioni di euro.

Per la seconda metà dell’anno si accetteranno prestiti dai soci fino a 201 milioni di euro per compensare le perdite dovute alla debolezza delle operazioni aeree in corso. Nel 2020 sono previsti solo 10 milioni di passeggeri, rispetto ai quasi 36 milioni del 2019.

Rainer Bretschneider, presidente del consiglio di sorveglianza di Flughafen Berlin Brandenburg GmbH: “BER è pronto per l’uso! Contro ogni previsione, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Grazie a tutti coloro che hanno combattuto al nostro fianco e hanno creduto in noi. Ora dobbiamo affrontare la nuova sfida di far fronte ai problemi finanziari causati dalla crisi del coronavirus “.

Engelbert Lütke Daldrup, CEO di Flughafen Berlin Brandenburg GmbH: “Tra tre settimane avremo finalmente un aeroporto moderno che darà un importante impulso economico a tutta la Germania orientale. Ora si tratta anche di avere una giusta possibilità nella concorrenza internazionale e di garantire i diritti aerei per i voli per l’Asia. Per fare in modo che l’economia tedesca abbia successo come prima della pandemia in tutte le regioni o nel paese, abbiamo bisogno di tre aeroporti internazionali in Germania che offrano un collegamento intercontinentale. Due aeroporti nell’ovest del Paese non sono sufficienti “.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi