easyJet

easyJet: raggiunto un accordo con il BALPA

Tempo di lettura 2 minuti

I piloti UK e easyJet hanno raggiunto una accordo per evitare 727 licenziamenti.

Il negoziato è iniziato a marzo, il sindacato inglese dei piloto BALPA ha rifiutato inizialmente due proposte di easyJet, compresa la modalità con cui easyJet aveva intenzione di “valutare” i piloti per determinare una lista di piloti che rischiavano il licenziamento.

Il BALPA è soddisfatto della conclusione della trattativa, e la collaborazione anche di easyJet in quest’ultima fase “Siamo stati estremamente soddisfatti dell’approccio positivo della compagnia aerea durante i negoziati che era, come il nostro, ridurre al minimo le perdite di posti di lavoro pur riconoscendo la serietà della sfida COVID-19 al settore dei viaggi aerei” ha commentato il BALPA in una nota, che ha permesso di evitare 727 licenziamenti, optando per 1500 part-time e un esodo volontario di 50 piloti.

A tutti i piloti delle basi UK che sono state chiuse il mese scorso: Southend, Stansted e Newcastle, verranno offerti trasferimenti in altre basi easyJet nel Regno Unito.

Brian Strutton, Segretario generale di BALPA ha dichiarato: “Questo è un risultato straordinario che è stato possibile solo grazie a tre gruppi di persone: i rappresentanti BALPA, il management di easyJet che hanno lavorato con noi in modo costruttivo durante questo processo, ma soprattutto i piloti di easyJet stessi. che si sono offerti volontari in numero record per il lavoro part-time e il licenziamento volontario per aiutare a salvare il lavoro dei loro colleghi “.

Il Capitano Sean Casey, Presidente del BALPA easyJet Company Council ha dichiarato: “Sono stato sopraffatto dall’adozione del tempo parziale. Ogni pilota che si è offerto volontario per lavorare di meno lo ha fatto perché vuole aiutare i colleghi a mantenere il proprio lavoro. Questa è veramente una dimostrazione della nostra unità in easyJet. Voglio rendere omaggio ai nostri colleghi del management di easyJet con cui abbiamo lavorato durante questo processo. Abbiamo avuto trattative difficili, ma alla fine siamo giunti a un accordo ragionevole ed equo alla luce della crisi che l’intero settore dell’aviazione sta affrontando. Ora ci siamo assicurati una solida piattaforma sia per la compagnia aerea che per i piloti per beneficiare della ripresa che tutti speriamo di vedere nel prossimo anno “.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi