Enac

Ultimatum di ENAC a Ryanair

Tempo di lettura 2 minuti

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che nei giorni scorsi ha scritto a Ryanair, informando contestualmente l’omologa Autorità irlandese, in merito alle ripetute violazioni delle norme sanitarie anti Covid-19.

Per ENAC, le Direzioni Aeroportuali hanno riscontrato che Ryanair sistematicamente non si attiene alle disposizioni previste in Italia per limitare il rischio sanitario derivante dal coronavirus a bordo degli aeromobili in partenza e in arrivo negli aeroporti nazionali.

Non solo secondo ENAC non viene osservato l’obbligo del distanziamento tra i passeggeri, ma anche le condizioni che consentono la deroga a tale distanziamento sono disattese.

L’ENAC ha, pertanto, informato il vettore che, nell’interesse della salute pubblica, qualora dovessero perdurare da parte di Ryanair le violazioni delle norme e i comportamenti scorretti e irrispettosi delle misure sanitarie vigenti in Italia, l’Ente disporrà nei confronti della compagnia aerea un provvedimento di esclusione della possibilità di derogare all’obbligo del distanziamento, con la conseguenza che il riempimento dell’aeromobile sarebbe consentito solo fino al 50% della capacità.

Ove, inoltre, venisse accertata l’ulteriore inosservanza degli obblighi previsti dalle norme nazionali, l’ENAC sarà costretto ad applicare quanto previsto dal Codice della navigazione (art. 802 – divieto di partenza) e a imporre la sospensione di ogni attività di trasporto aereo negli scali nazionali, chiedendo al vettore di provvedere, contestualmente, alla riprotezione di tutti i passeggeri già in possesso di titolo di viaggio.

L’ENAC continuerà a svolgere la propria attività di monitoraggio sia sulle compagnie aeree, sia sugli aeroporti, in merito al rispetto delle disposizioni e segnalerà, come fatto costantemente in questo periodo, alle competenti Autorità le irregolarità rilevate.

La replica di Ryanair

Rispondendo al Corriere, Ryanair replica ad ENAC “Ryanair è da sempre impegnata a garantire il massimo livello di sicurezza per i propri passeggeri ed equipaggi. Le misure di “Volare Sicuri” di Ryanair sono in linea con le raccomandazioni e le prescrizioni di sicurezza stabilite dal governo italiano, dall’Agenzia europea per la sicurezza (Easa) e dal Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc), implementato una specifica procedura di imbarco per evitare assembramenti non necessari di passeggeri sia ai gate, sia a bordo dell’aeromobile[…] Tutti i passeggeri e l’equipaggio di Ryanair devono indossare sempre mascherine facciali. Le affermazioni riportate nel comunicato stampa di Enac sono pertanto errate. Ryanair rispetta pienamente le misure stabilite dal governo italiano e i nostri clienti possono essere certi che stiamo facendo tutto il possibile per ridurre l’interazione umana sia a bordo, sia in aeroporto e proteggere la loro salute in volo”.

Rispondi