easyJet

easyJet, i criteri per la ridondanza in UK

Tempo di lettura < 1 minuto

easyJet e Unite hanno raggiunto un accordo per i criteri di selezione per determinare il personale coinvolto nella ridondanza, ovvero a “rischio”.

Unite e’ fiduciosa dell’applicazione della griglia nell’ambito della consultazione collettiva.

Mentre chi vorrà volontariamente lasciare easyJet dovrà inviare domanda entro il 9 agosto, il processo per stilare una “graduatoria” per il personale che risulterà in esubero nelle basi dove previsti nei numeri indicati da easyJet al proprio personale, andrà avanti.

Tale accordo vale solo per le basi inglesi.

grazie al feedback diretto fornito ai rappresentanti di Unite, il team di negoziazione è riuscito a garantire sia la ponderazione delle competenze sia la durata del servizio nella matrice.” commenta Unite nella comunicazione inviata agli iscritti.

Criteri di selezione

I criteri di selezione includeranno una revisione di:

  • Assenza: le diverse tipologie di assenza per malattia o altra motivazione avranno un peso differente.
  • Condotta
  • Competenze
  • Anzianità di servizio

I criteri di selezione sono dati oggettivi, codici elenco estratti da AIMS, ruolo e data di assunzione (impiego continuo), in nessun modo verranno considerati altri criteri, compresi quelli soggettivi.

La revisione sarà condotta per un periodo di riferimento di 2 anni: 1 marzo 2018 – 29 febbraio 2020.

I criteri di selezione saranno applicati per base, per ruolo, per garantire equità e coerenza con i colleghi part-time, quelli su GDMT / MAT / RNM e LTS ed esclude l’impatto delle ferie annuali / ferie non retribuite ecc.

Dalla lettera di Union si legge anche che alcuni ruoli all’interno delle basi verranno rivisti, si prospetta quindi anche una riorganizzazione della pianta organica delle basi.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi