British Airways

British Airways ritira oggi tutti i 747 della flotta

Tempo di lettura 2 minuti

E’ sempre triste quando un aereo che ha fatto la storia dell’aviazione commerciale, inizia ad uscire di scena, come un attore che viene celebrato per l’ultima volta, ma non è lui a voler scendere dal palco.

Ma gli anni passano, nuovi aerei, nuove tecnologie, nuovi scenari e un mercato che cambia, hanno reso il 747 non più compatibile con il modello di business dei vettori, i consumi elevati rispetto ai nuovi aerei ne hanno decretato la fine, come per l’Airbus A340, entrambi quadri motore, la pandemia ne ha accelerato l’uscita dalla flotta.

The Queen of the Skies

Oggi (venerdì 17 luglio 2020) British Airways ha annunciato, con grande tristezza, che la sua flotta di aeromobili Boeing 747, conosciuta con affetto come “La regina dei cieli”, oggi con molta probabilità effettuerà il suo ultimo volo commerciale.

Dopo quasi cinquant’anni di servizio e milioni di miglia volate in tutto il mondo, BA ha deciso di ritirare anticipatamente i restanti 31 747-400 a causa del devastante impatto della pandemia di Covid-19.

Solo un anno fa, British Airways “ha ridipinto con amore” quattro dei suoi 747 con le livree storiche di BA per celebrare i 100 anni della compagnia, per questi 4 ne prevedeva il ritiro nel 2023, erano i più vecchi rimasti in flotta.

Sabato 9 marzo 2019 British Airways ha accolto l’arrivo del B747 con livrea LANDOR , il 19 febbraio era stata la volta di quello cob livrea BOAC che adornava la flotta tra il 1964 e il 1974.

British Airways sta investendo in nuovi aeromobili a lungo raggio tra cui sei A350 e 32 787 che sono circa il 25% più efficienti nei consumi rispetto al 747.

il primo B787-10 di British Airways e’ arrivato nel gennaio 2020

Alex Cruz, presidente e CEO di British Airways, ha dichiarato: “Non è così che volevamo o dovevamo dire addio alla nostra incredibile flotta di 747 aerei. È una decisione straziante da prendere. Così tante persone, tra cui molte migliaia di colleghi passati e presenti, hanno trascorso innumerevoli ore su e con questi meravigliosi aerei – sono state al centro di tanti ricordi, incluso il mio primo volo a lungo raggio. Terranno sempre un posto speciale nei nostri cuori presso British Airways. Ci siamo impegnati a rendere la nostra flotta più rispettosa dell’ambiente mentre cerchiamo di ridurre le dimensioni della nostra attività per riflettere l’impatto della pandemia di Covid-19 sull’aviazione. Per quanto dolorosa, questa è la cosa più logica da proporre. Il ritiro del jumbo-jet sarà sentito da molte persone in Gran Bretagna, così come da tutti noi di British Airways. È purtroppo un altro passo difficile ma necessario mentre ci prepariamo per un futuro molto diverso. ”

BOAC, uno dei nomi storici di BA, effettuò il suo primo servizio 747 da Londra a New York il 14 aprile 1971 e nel luglio 1989 il primo 747-400 di BA entrò in flotta.

Per il decennio successivo la compagnia aerea prese in consegna altri 56 velivoli, l’ultimo nell’aprile del 1989. All’epoca era il più grande aereo commerciale del mondo e rimase tale fino al 2007 quando l’Airbus A380 effettuo il suo primo volo.

British Airways e’ arrivata ad avere in flotta contemporaneamente operativi 57 747-400 la prima configurazione, presentava 27 posti in First Class e 292 posti in Economy, con nel ponte superiore, soprannominato “the bubble” una lounge per i passeggeri di prima classe ed erra noto come il “club in the sky”.

British Airways ha recentemente rinnovato gli interni di alcuni dei suoi 747 che avrebbero dovuto rimanere in servizio ancora per diversi anni.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi