Lufthansa

La Commissione chiede in cambio gli slot di Lufthansa

Tempo di lettura 2 minuti

Ieri Lufthansa ha ottenuto il sostegno del governo tedesco con un pacchetto di salvataggio da € 9 miliardi, ma sembra che la Commissione europea chieda a Lufthansa di rinunciare ad una parte dei suoi slot, condizione per autorizzare gli aiuti.

La cifra in ballo e’ enorme e la Commissione come riportato oggi da Bloomberg che ha sentito persone vicine alla questione, ritiene che il pacchetto di aiuti potrebbe offrire a Lufthansa un vantaggio sleale rispetto alla concorrenza.

Pertanto dettano alcune condizione per abbassare le quote di mercato di Lufthansa in Germania con la cessione di slot e spostare alcuni aerei dagli aeroporti tedeschi.

Sembra che, in cambio della concessione del salvataggio da record, Lufthansa potrebbe essere costretto a rinunciare ad alcune attività chiave, in particolare alcune delle sue aree aeroportuali a Francoforte e Monaco.

L’ufficio stampa dell’UE ha dichiarato “Questo è importante per preservare le condizioni di parità nella crisi post-coronavirus del mercato unico a beneficio di tutti i consumatori e le aziende europee“.

Angela Merkel risponde a queste voci: “Non permetteremo che ciò accada.

E Ryanair e’ pronta a lottare, Michael O ‘Leary non si è fatto attendere e ha rilasciato la seguente dichiarazioneLufthansa è dipendente dagli aiuti di Stato. Ogni volta che c’è una crisi, il primo riflesso di Lufthansa è mettere la mano in tasca del governo tedesco. Mentre la maggior parte delle altre compagnie aeree dell’UE può sopravvivere solo con piani di sostegno ai salari (per i quali siamo estremamente grati), Lufthansa afferma di aver bisogno di altri 9 miliardi di euro dal governo tedesco, 1 milione di euro dal governo svizzero, 800 milioni di euro dal governo austriaco e 500 milioni di euro dal governo belga mentre inciampa in Europa risucchiando tutti gli aiuti di Stato che può raccogliere.

Michael O’Leary continua a chiedersi come le compagnie aeree come la sua e compagnie aerea low-cost come easyJet possano competere quando la compagnia aerea tedesca è stata salvata con enormi aiuti di stato.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi