coronavirus UK

Quarantena obbligatoria nel Regno unito dall’8 giugno

Tempo di lettura < 1 minuto

Lo ha annunciato ieri la ministra dell’Interno del governo inglese, Priti Patel, durante la conferenza stampa quotidiana di Downing Street sull’emergenza pandemia.

“Effettueremo controlli a campione entro la metà di giugno per accertarci che le persone si isolino da sole. A quelli provenienti dall’estero che si rifiutano di conformarsi potrebbe essere negato l’ingresso” ha detto la Patel.

Vediamo in che modo verrà applicata la quarantena di 14 giorni obbligatoria dall’8 giugno almeno fino alla fine di giugno, per chiunque, sia residenti che visitatori, tranne qualche categoria particolare di lavoratori.

Verrà richiesto di fornire i dettagli di viaggio e i dettagli di contatto quando si viaggierà nel Regno Unito, non è consentito lasciare il luogo in cui si alloggia per i primi 14 giorni tranne in situazioni molto limitate (note come “autoisolanti”).

Verranno introdotte multe da £ 100 se si rifiuta di fornire i dati di contatto fino a £ 1.000 se viene rifiutato l’autosolamento, secondo le attuali indicazioni solo in Inghilterra e Galles, non escluse ulteriori misure.

Per Scozia e Irlanda del Nord verranno rese note nei prossimi giorni le misure e le modalità (per aggiornamenti link a fine articolo).

È inoltre necessario scaricare l’app di tracciamento dei contatti NHS.

Nei prossimi giorni (vedi il link al termine dell’articolo) verranno rilasciati i moduli da compilare e maggiori dettagli, attenzione che nel caso in cui non venga compilato il modulo oppure non ci si allinei alle richieste per l’accesso nel Regno Unito, potrà essere vietato l’ingresso (esclusi cittadini britannici).

Esclusi dal provvedimento per ora solo l’Irlanda (intera isola)

Tutti gli aggiornamenti e la modulistica (quando disponibile) qui

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi